L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Nuovi assaggi per nuovi gusti

Buonasera, è un po’ che il mio bimbo non magia regolarmente, mangia solo quello che vuole. È nato a termine di 2,900 kg da mamma piccolina e papà grande, ora pesa 10,230 kg per 84 cm. La pediatra dice che sta bene, ma ad oggi mangia il latte la mattina (dai 200 a 300 gr, come capita) con qualche Plasmon dentro. Frequenta il nido da settembre e anche lì mangia saltuariamente e solo quello che dice lui. C’è stato un periodo che mangiava, ma ora proprio niente, solo pane, prosciutto, bastoncini, pasta, proprio niente, e a casa è ancora peggio. Datemi un consiglio, grazie mille. continua
Dott.ssa Marina Cammisa
Pediatra

Gentile Maria, non credo lei abbia bisogno di un consiglio, in quanto da sola avverte che suo figlio fa liberamente quello che vuole a tavola quando, invece, bisognerebbe dargli delle regole. Infatti quel “a casa è anche peggio” dimostra che il piccolo sa bene come deve comportarsi a seconda dei casi per ottenere le attenzioni di tutti. Non vorrei sembrare brusca ma riassumo anche per lei quali sono le regole di una corretta alimentazione, soprattutto a quest’età, che è quella in cui tipicamente i bambini iniziano a stringere il campo delle scelte alimentari:

  • stare seduti a tavola tutti insieme
  • Mangiare tutti le stesse cose
  • Non preoccuparsi se il piccolo a volte mangia meno o per niente
  • Mantenere un clima sereno e giocoso
  • Non parlare del fatto che il piccolo non mangia
  • Ignorare i suoi rifiuti, non insistere, ma non offrire ciò che gli piace per farlo mangiare.
  • Permettergli di mangiare da solo, anche se si sporca o mangia meno.

Dobbiamo fargli scoprire nuovi sapori proponendoli più volte. Capisco che può sembrare difficile ma in pratica non lo è, perché alternando alimenti che gli piacciono ad altri che gradisce meno si potranno soddisfare i suoi fabbisogni alimentari senza rinunciare a proporgli nuove esperienze.

Mi faccia sapere.

Fai una domanda

Frittelle di mele al forno
Frittelle di mele al forno
Frittelle di mele al forno
marina-cammisa pediatra - alimentazione bambini by coop
dott. federico mordenti pediatra - alimentazione bambini by coop
Frittelle di mele al forno

La tata consiglia

Non obbligate il piccolo a stare a tavola troppo a lungo

Ebbene sì, la maggior parte dei bambini non riesce a stare ferma troppo a lungo, e non c’è niente di peggio per loro che obbligarli a rimanere fermi nello stesso posto per un sacco di tempo. Quando vostro figlio comincerà a mangiare con altri, fatelo stare a tavola a mangiare un’unica portata, poi fatelo tornare per il dolce. Si abituerà con il tempo. E cercate di trasformare ogni pasto in un momento gradevole, è l’aiuto migliore.

Scopri gli altri consigli