L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

Alimentazione d’estate

Alimentazione d’estate

Alla bella stagione spesso si accompagna un cambiamento nelle abitudini quotidiane e un inevitabile adeguamento alimentare. Cambiano gli orari, i luoghi frequentati, le compagnie, le necessità dell’organismo, le offerte alimentari e così via. Il rilassamento del corpo e dello spirito passano anche attraverso una maggiore disponibilità a “trasgressioni alimentari”, soprattutto quando l’alimentazione è vissuta come una quotidianità noiosa ed impegnativa da gestire rigidamente.
Del resto ogni periodo dell’anno richiede un adattamento alimentare che tiene conto dei prodotti stagionali e in alcuni casi anche regionali, se siamo in vacanza. In estate:

Colazione : spesso i ragazzi si svegliano più tardi dopo una serata passata godendo del fresco di una passeggiata. I bambini sembrano meno propensi a prendere latte e biscotti che si possono sostituire con yogurt fresco o frappé. La pigrizia degli adolescenti spesso impedisce loro di consumare questo primo pasto, è consigliabile non insistere e passare direttamente al pranzo, in modo che almeno questo sia regolare e completo.

Spuntino : soprattutto se siamo fuori casa, magari su una assolata spiaggia, è consigliabile fornirsi di una bella scorta di frutta, già sbucciata e tenuta al fresco o in alternativa un gelato, possibilmente alla frutta. Questo permetterà ai bambini di bere mangiando e nello stesso tempo non impedirà loro di tornare a bagnarsi in mare.

Pranzo : il piatto unico è il principe dell’estate. Consiglierei di saltare in padella, in un filo di olio extra vergine di oliva, pomodori (che in estate non possono mancare), tocchetti di carne o pesce e verdure e/o ortaggi, a cui aggiungere pasta o cereali a piacere. Il piatto unico ha il vantaggio di essere appetitoso, contenere le calorie, poter essere servito anche freddo ed invitare naturalmente al consumo di frutta. Non ultimo è anche veloce da preparare, lasciando le mamme parzialmente in vacanza…

Merenda : può riprendere le caratteristiche dello spuntino, arricchendosi di latte fresco e macedonia di frutta. Ciò che conta è variare l’offerta alimentare perché è nella diversità degli alimenti che si trovano tutti i nutrienti utili per una buona salute.

Cena : spesso viene consumata fuori casa, perché la calura del giorno fa apprezzare il bel fresco della sera. E’ consigliabile non eccedere nei prodotti da forno, soprattutto se fritti o ben farciti e nelle bevande zuccherate, che sembra dissetino, ma, in realtà, dopo una breve sensazione di piacere legata alla loro freschezza hanno l’effetto opposto di stimolare la sete. Merita un cenno l’osservazione sul comportamento delle famiglie al ristorante. Gli adulti sono disposti ad assaggiare nuove pietanze mentre i piccoli si sbizzarriscono in richieste prevedibili : patatine, bibite, gelati… Bambini simpatici ed impiccioni si aggirano tra i tavoli mostrando gli alimenti conquistati. Nelle loro testoline ristorante è uguale a parco dei divertimenti e, di conseguenza, via libera a cibi normalmente poco consentiti e comportamenti repressi a casa. Questo rischia di ritorcersi contro, come un boomerang, perché ciò che è permesso come premio in queste occasioni può essere identificato come buono. Lungi da me il pensiero di voler essere rigida ed inflessibile (ho fatto anch’io la mia esperienza di genitore di piccoli), sarebbe bene che i bambini rispettassero almeno i canoni principali di una alimentazione corretta, ma senza che i genitori debbano sentirsi colpevoli se i loro cuccioli fanno qualche strappo: la misura è sempre la migliore scelta. Un principio che però non può essere omesso è che i bambini devono mangiare seduti a tavola, senza comportarsi con gli altri ospiti del ristorante come gli indiani intorno al generale Custer…
Le eccezioni sono sempre consentite e ben accette, soprattutto d’estate, ma modificare completamente l’alimentazione dei ragazzi rischia di confonderli e soprattutto rendere difficoltosa la ripresa delle corrette abitudini dopo la pausa estiva.

Buona estate “alimentare” a tutti.


Dott.ssa Marina Cammisa
Pediatra
marina-cammisa pediatra - alimentazione bambini by coop