L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

Attualità

Pronti per il rientro a scuola? Sonno, alimentazione, attività fisica: tanti consigli per ricominciare

Rientro a scuola, alimentazionebambini coop

Tutti pronti per il rientro a scuola! Comincia un periodo che si ripete ogni anno ma che ogni volta è nuovo e impegnativo per le famiglie. I ragazzi crescono e le loro esigenze cambiano. Ogni età presenta nuovi problemi e tante novità da affrontare, tutti però dovrebbero prepararsi allo stesso modo alla nuova stagione, in modo da affrontare l’impegno scolastico con serenità e il giusto ritmo.

I bambini/ragazzi devono lasciare alle spalle il disordine festoso dell’estate e cominciare a seguire delle nuove regole che li accompagneranno per un lungo periodo.

Due sono i punti principali su cui soffermarsi, il sonno e l’alimentazione, che sono gli elementi che scandiscono il ritmo delle giornate e permettono di affrontare gli impegni quotidiani.

La regolarità del sonno e il tempo del sonno sono due componenti volutamente trascurati durante l’estate. In realtà è attraverso il sonno che avviene il maggior recupero delle funzioni mentali e fisiche dell’organismo. Per i piccoli è un tempo abbastanza lungo che può andare dalle 10-13 ore dai 3 ai 5 anni a non meno di 8 ore intorno ai 13. Niente come il sonno ristora e ricarica. Un bambino che riposa regolarmente è in grado di affrontare più serenamente l’impegno scolastico, anche il gioco della scuola materna, e ritornare a casa più sereno. Ogni bambino ha i suoi tempi e i suoi modi, sta al genitore individuare la strada giusta da seguire con regolarità. Credo sia indispensabile sottolineare, ancora una volta, che le attività prima dell’addormentamento devono essere tranquille e concilianti il buon sonno: ottima la lettura di un genitore a luci soffuse o una nenia che accompagni il piccolo. Niente TV e tantomeno strumenti elettronici che eccitano i bambini/ ragazzi con un ritmo e dei tempi che non sonno quelli dell’addormentamento.

Altro punto da rivedere è la regolarità e la qualità dei pasti. Tre pasti principali (colazione, pranzo e cena) e due spuntini insieme al resto della famiglia, sfruttando quei pochi momenti di condivisione che il ritmo del lavoro concede, nutrono i piccoli e migliorano la condivisione sia verbale che materiale. Inoltre, aumentare la quota di frutta e verdura, magari sfruttando un piccolo programma settimanale che aiuta a non essere ripetitivi, a favorire l’assaggio di nuovi cibi e a stuzzicare la curiosità alimentare dei bambini.

È molto importante pensare alla merenda scolastica come un salutare spuntino fatto di frutta, yogurt o biscottini secchi. Questo potrebbe essere un invito da estendere anche alle maestre, perché tutta la classe possa adeguarsi… consideratela la vostra mission per questo nuovo anno scolastico!

Infine, non meno importante, raccomando l’attenzione all’attività fisica, non intesa esclusivamente come attività sportiva programmata, ma soprattutto come gioco, corse all’aria aperta, percorsi a piedi e scale da salire. Tutto ciò che permette ai bambini/ragazzi di scaricare le tensioni muscolari accumulate durante le ore scolastiche e che favorisce la socializzazione tra di loro deve essere favorito.

Perché prepararsi al nuovo anno scolastico/stagione invernale? Perché i piccoli devono vivere questo lungo periodo con gioia, senza accumuli di stanchezza che impedisce loro di completare serenamente l’anno scolastico, e infine perché le regole sono importanti, i piccoli ne hanno bisogno e i grandi hanno l’obbligo di impartirle.

Dott.ssa Marina Cammisa
Pediatra
marina-cammisa pediatra - alimentazione bambini by coop