L'esperto Risponde

L'esperto risponde è il servizio di consulenza on line di alimentazionebambini.it.

In questa sezione puoi consultare l'archivio di risposte organizzate per Aree Tematiche e chiedere un parere alla nostra Equipe Medica che collabora con la Redazione.

Se hai un dubbio o un problema da sottoporci, segui le istruzioni e accedi al servizio.

Aree tematiche

Fai una domanda

Ho letto ed accetto l'Informativa sulla Privacy

* campo obbligatorio

Risposta del giorno

Non solo formaggio a cena!

Nome: Christian
Età del bambino: 11 mesi
Sesso: maschio
Comune:
Domanda: Salve, mio figlio ha 11 mesi e segue questa alimentazione: la mattina non fa colazione perché di notte lo allatto, verso le 11:30 lo allatto per il riposino (qualche volta riesco a dargli mezzo barattolo di frutta). Alle 13:30 pappa - preparo brodo con patate carote zucchine spinaci o bietola e poi aggiungo zucca o piselli o lenticchie scolo tutto e metto 2 cucchiai di pasta ed 1 omogeneizzato di carne bianca o rossa o pesce. Alle 16:30 uno yogurt a frutta, alle 19:30 brodo con 1 cucchiaio di pasta e un formaggio. Alle 21:30 gli do un po’ di latte artificiale ma non ne prende più di 50ml con 2-3 biscotti. Cosa ne pensate? Come posso variare la cena? Non vorrei dargli sempre formaggi ma la mia pediatra segue solo questa linea. Grazie
mordenti_s

Dott. Federico Mordenti

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Cara mamma Nadia, un allattamento efficace e prolungato può naturalmente influenzare i ritmi alimentari, per cui, nel valutare l’assetto dell’alimentazione complementare, mi concentrerò sulle porzioni e la natura dei nutrienti piuttosto che sulla distribuzione. Nello specifico le consiglio di non confondere i legumi (come piselli e lenticchie) con le verdure ma di alternarli, invece, come secondo piatto a pesce e carne. Manca poi alla fine del pasto la porzione di frutta. Rispetto alla cena non vi sono motivi per mantenere questa distribuzione con l’esclusività del formaggio, alterni tranquillamente anche a cena legumi, carne, pesce o uovo senza dimenticare la frutta a seguire. Tolga invece i biscotti dal latte serale (ove necessario nel rito dell’addormentamento…comunque anch’esso da eliminare nel breve-medio termine). Sconsiglio fortemente l’abituare il bambino al dolcetto serale, uso già troppo radicato e dannoso in molti ragazzi e adulti. Infine, stante l’allattamento materno, le fonti proteiche a pranzo e cena e lo yogurt del pomeriggio, in funzione dei parametri di Christian le consiglierei di limitare gli omogeneizzati di carne alla metà del barattolino da 80 g.

Ultime Risposte

mordenti_s

Autosvezzamento, fase 2

Dott. Federico Mordenti

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Cara mamma Elisabetta, iniziamo con il definire, per gli altri lettori, l’autosvezzamento come la modalità di alimentazione complementare che lascia il bambino libero di avvicinare il cibo in autonomia sia […]

mordenti_s

Selettività tardiva

Dott. Federico Mordenti

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Cara mamma Caterina, mi sembra che il presupposto da cui partire è che il bambino cresce bene, se ne deriva che c’è ampio margine per forzare la mano e aiutare […]