L'esperto Risponde

L'esperto risponde è il servizio di consulenza on line di alimentazionebambini.it.

In questa sezione puoi consultare l'archivio di risposte organizzate per Aree Tematiche e chiedere un parere alla nostra Equipe Medica che collabora con la Redazione.

Se hai un dubbio o un problema da sottoporci, segui le istruzioni e accedi al servizio.

Aree tematiche

Fai una domanda

Ho letto ed accetto l'Informativa sulla Privacy

* campo obbligatorio

Risposta del giorno

Un pasto completo

Nome: Evelyn
Età del bambino: 22 mesi
Sesso: femmina
Comune:
Domanda: Buongiorno, all'inizio dello svezzamento mi era stato detto verdura a pranzo, frutta a merenda e carboidrati a cena (così da non avere fame di notte). Chiaramente per noi adulti sarebbe il contrario: carboidrati a pranzo e verdure a cena. Noi ora mangiamo tutti le stesse cose però con l'ordine della piccola Evelyn. Volevo sapere da quando anche lei potrà mangiare "giusto", cioè leggero a cena. Grazie mille

Un pasto completo

Gentile Francesca, mi sorprende questa suddivisione degli alimenti suggerita per Evelyn durante la giornata. L’alimentazione dei bambini, più di quella degli adulti, merita attenzione soprattutto nell’equilibrio tra i vari costituenti. Un pranzo ed una cena adeguati prevedono carboidrati (pasta, riso, pane…), proteine (carne, pesce, legumi, formaggi, uova…) e grassi (meglio olio extravergine di oliva), arricchiti da verdura e frutta. Quel che voglio dire è che ognuno dei componenti di una corretta alimentazione deve essere rappresentato in un pasto completo, con la sola differenziazione tra pranzo e cena che quest’ultima, già all’età di Evelyn ma ancor più successivamente, deve essere un po’ meno ricca del pranzo. Tantomeno ci devono essere differenze tra adulti e bambini nella composizione del pasto.

Evelyn ha quasi due anni e a buon diritto si è conquistata un posto alla tavola di famiglia, sta ora ai suoi genitori stabilire un menù settimanale vario e salutare per tutti, ma la prego scordi velocemente quello che le è stato erroneamente consigliato: deriva da solo una totale ignoranza dei principi basilari della nutrizione che può causare problemi seri e soprattutto in ambito pediatrico.

Ultime Risposte