L'esperto risponde

A 16 mesi vuole solo il latte materno

  • Nome: Annarita
  • Età del bambino: 16 mesi
  • Sesso: femmina
  • Comune: san Nicola Manfredi
  • Domanda: Buongiorno, ho un problema. Parto dall'inizio cosi che lei abbia un quadro completo. Mia figlia è nata a termine col peso di 3,550 lunga 51cm. L'ho allattata a richiesta, ho iniziato lo svezzamento a circa cinque mesi ma non è mai stata una mangiona. Da dicembre tra i dentini (ne ha 12) e una lieve influenza la crescita si è fermata. Ora col caldo non mangia molto se non quel po' di latte che ciucca ancora da me e qualcosa che più l'attira. Ormai saranno più di tre mesi che è stazionaria a 9,5kg e non aumenta anzi diminuisce. Stamattina pesava 9,3kg.In famiglia siamo quasi tutti alti. Tutti mi dicono di non allattarla più così inizierà a mangiare però ho paura essendo una delle poche cose che vuole. Dottore vorrei sapere se sta crescendo bene e la dieta come dovrebbe essere? Ho sempre paura mangi poco ad esempio la settimana scorsa si è quasi finita una sogliola di 80gr però mangiata quella non ha mangiato altro all'infuori di uno spicchio di anguria (questo per cena). Grazie
Alessandra Piedimonte nutrizione pediatrica

Dott.ssa Alessandra Piedimonte

Medico Chirurgo specialista in Scienze dell'Alimentazione e Master di II° livello in Pediatria

Carissima Chiara, purtroppo a volte il “poco” visto da noi genitori corrisponde al “tanto” dei nostri bambini, ad esempio 80 gr di sogliola per una bambina di 16 mesi è decisamente molto, infatti dovrebbe mangiare circa 30-40 gr di pesce fresco, cioè la metà, il che giustifica in pieno che si sia fermata… era troppo piena, soprattutto di proteine! Inoltre non c’è dubbio che – per chi ha la fortuna come lei di avere ancora latte – l’allattamento al seno continui a essere consigliato anche a quest’età, ma è anche assolutamente indispensabile che Annarita inizi pure a mangiare in maniera adeguata per la sua età, passando dunque a un’alimentazione più simile a quella dell’adulto (si ricordi solo che il sale va evitato quanto più a lungo possibile) per garantirle tutta una serie di nutrienti indispensabili per una crescita corretta a 16 mesi e carenti nel latte materno, in primis il ferro e le vitamine del gruppo B, per cui il consiglio è di darle sì il seno, ma senza esagerare, soprattutto cercando di non usarlo come alternativa agli altri cibi; magari in quest’opera di educazione progressiva può farsi aiutare da papà, nonni, zii, tate o chiunque ci sia al suo fianco. Forse Annarita, non sentendo più così costantemente l’odore del latte della sua mamma, sarà più invogliata a mangiare anche dell’altro.

  • >
    Clicca qui per fare una domanda ai nostri medici


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e offrirti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca "Maggiori informazioni". Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi