L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

A 27 mesi di nuovo semolini ed omogeneizzati. Sono disperata.

Nome: Simone
Età del bambino: 27 mesi
Sesso: maschio
Comune: Castrovillari
Area tematica: Preparazione pappe
Domanda: Buonasera, innanzitutto complimenti per questa sito davvero interessante. Ho un problema con mio figlio riguardante l'alimentazione. Non è mai stato un mangione, ma dall'età di 18 mesi la situazione è peggiorata. In contemporanea a un periodo di dolorosa dentizione ha smesso improvvisamente di mangiare la pastina limitandosi a quei pochissimi alimenti a lui graditi: pane, uovo, banana. Dopo un po’ è tornato a mangiare il semolino con omogeneizzati vari rifiutandosi categoricamente di assaggiare qualsiasi cibo nuovo. La pastina non la vuole, si provoca il vomito appena sente la consistenza ed è così con tutto ciò che presenta pezzetti... ma mangia tranquillamente il pane anche duro, i biscotti, le fette biscottate e come frutta solo la banana a pezzi, il resto si rifiuta di assaggiarlo. Ho provato anche a proporgli ciò che mangiamo noi senza alternative ma ha preferito rimane a digiuno. La crescita, a sentire il pediatra, è comunque buona: 13,300kg per 90 cm. Io sono comunque abbastanza demoralizzata. Siamo ancora al semolino e non vedo alcuno segno di miglioramento. Grazie e di nuovo complimenti.
A 27 mesi di nuovo semolini ed omogeneizzati. Sono disperata.

Dott.ssa Maria Anna Tomaselli

Dietista

cara mamma Grazia, sono d’accordo con il suo pediatra. Simone, infatti si trova al 50°percentile per l’altezza e sopra il 50° percentile per il peso. Questo significa che pesa leggermente di più rispetto alla media e qualche giorno di digiuno non provocheranno nessun danno. Perché le scrivo ciò? Perché come lei stessa ha intuito, il suo piccolo Simone è un gran furbetto. Mastica solo ciò che gli piace (pane duro, fette biscottate, ecc.), ma si rifiuta di ingoiare la pastina. Credo che lei abbia sbagliato a ritornare ad usare le cremine e gli omogeneizzati. Suo figlio ha cominciato la sua “guerra di indipendenza”, tipica della sua età, e lei gliela sta facendo vincere. Simone ha quasi 3 anni, per cui il consiglio che voglio darle è questo: smetta di pensare a pastine e ai semolini e ricominci a mettere Simone a tavola con voi. Lo fa per il suo bene, perché l’alimentazione che sta seguendo è molto sbilanciata e monotona, ed è priva di tutti quegli alimenti importanti per una sana crescita: i latticini, i legumi, il pesce, le verdure e la frutta. Meglio qualche giorno di urla, capricci e digiuni (verso i quali la sua reazione ottimale potrebbe essere: respiro profondo, contare fino a cento, e non imbastire una battaglia a base di “mangia!!”) che affrontare delle patologie legate ad una scorretta alimentazione. Che ne pensa?

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio