L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

A 7 mesi si può introdurre anche la seconda pappa

Nome: Anita
Età del bambino: 7 mesi
Sesso: femmina
Comune: Palermo
Area tematica: Sano sviluppo
Domanda: Buongiorno, la mia dolcissima Anita, che è lunga alta 68,52 cm, compirà 7 mesi fra pochi giorni. Alla nascita pesava 3,920 kg per 53 cm, ho allattato al seno fino ai 4 mesi, ma per colpa dello stress familiare ho smesso perché la piccola non cresceva tanto. A 3 mesi e mezzo Anita aveva già i primi dentini e a 6 mesi il terzo, a 4 mesi è iniziato il mio inferno, perché la piccola ha iniziato a non crescere più nella norma, anche per colpa di una diarrea durata quasi un mese! Oggi Anita pesa 6,730 kg e non mette peso già da diverse settimane. La sua alimentazione è la seguente: 6,00 180 di latte con 3 biscotti; 11,30/12,00 pappa con 1/2 omo di carne (spesso la mangia tutta); alle 16.30 circa180 di latte più 3 biscotti e la sera 21,00 circa non prende più di 100 di latte sempre con 3 biscotti. Non riesco assolutamente a farle prendere la frutta perché Anita è una bimba che dorme tanto fra una pappa e l'altra. Potrebbe aiutarmi a capire cosa sbaglio? Sono molto vulnerabile perché le sto provando veramente tutte pur di farle prendere qualche grammo. Grazie
A 7 mesi si può introdurre anche la seconda pappa

Dott.ssa Alessandra Piedimonte

Medico Chirurgo esperta in Nutrizione Pediatrica

cara Giusy penso che per Anita sia arrivato decisamente il momento di introdurre anche la cena. A partire dai 6 mesi, infatti, fisiologicamente le esigenze nutrizionali dei bambini diciamo che in qualche modo si modificano ed è proprio per questo motivo che a questa età viene data indicazione ad iniziare l’alimentazione complementare (ex svezzamento). Dopo circa un mesetto dall’introduzione della prima pappa si consigli l’introduzione della seconda, un po’ per iniziare a variare ulteriormente gli alimenti e un po’ per garantire un adeguato apporto calorico che non viene garantito con il solo latte. Inoltre per quanto riguarda la frutta, aldilà della merenda, in realtà dovrebbe esser data alla fine di ogni pasto e questo non disturberebbe in nessun modo i suoi pisolini tra un pasto e l’altro. Infine il latte del pomeriggio a questo punto dovrebbe esser dato tal quale e cioè senza aggiunta di biscotti. Lei però non ci dice se la lunghezza di Anita è aumentata nell’ultimo mese, ma solo che non è ingrassata.  Tenga presenta che se è aumentata di lunghezza le sue preoccupazioni si possono molto calmare perché la crescita in lunghezza richiede molta più energia di quella in peso. Infine, se proprio vuole stare tranquilla chieda al suo pediatra di eseguire gli esami per la diagnosi di celiachia che potrebbe, dato l’esordio con la diarrea, essere causa di un blocco di crescita. Per ulteriori dubbi ci contatti nuovamente.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio