L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Accrescimento e sana alimentazione

Nome: Stella
Età del bambino:
Sesso:
Comune: Roma
Area tematica: Allattamento e divezzamento
Domanda: Gentili dottori, comincio con il farvi i più sinceri complimenti per il sito. Insieme agli opuscoli informativi dell'OMS siete la mia preferita fonte da cui attingere valide informazioni sull'alimentazione della mia bimba. Vorrei approfittare della vostra gentilezza e professionalità per porvi alcune domande e chiarire alcuni dubbi.Stella ha appena compiuto 7 mesi. L'ho allattata al seno in modo esclusivo (a richiesta) per i primi sei e ho cominciato a introdurre cibi complementari al compimento del sesto mese. La crescita è sempre stata stabile: 100gr sotto il 50esimo percentile di peso e 75esimo percentile di altezza per i primi cinque mesi. Durante il sesto mese la crescita è leggermente rallentata scendendo a 200gr dal 50esimo percentile (tabelle OMS). Ho cominciato l'alimentazione complementare con singole verdure a cui ho poi aggiunto gradualmente altri sapori con proteine animali (pesce a giorni alterni e pollo o tacchino due volte a settimana) e legumi (seguendo le vostre indicazioni sulle quantità), cereali come miglio, riso, farro, quinoa, grano saraceno. Non tollera bene il mais ed il parmigiano che proverò a reintrodurre più in là. Cucino tutto io e frullo. Ecco le mie domande:1) Dall'introduzione di alimenti solidi la crescita settimanale è raddoppiata. A sette mesi ha superato il 50esimo percentile di peso: 7700gr. Altezza 69cm. Faccio bene a continuare ad allattare mia figlia a richiesta? Non ho mai avuto orari e ho sempre lasciato a lei la libertà di alimentarsi seguendo i suoi bisogni. Continuo a farlo e lei mangia volentieri pappe e latte. Sulle pappe non insisto quando non ne vuole e mi fermo quando smette di aprire volentieri la bocca. È un giusto atteggiamento o devo cambiare qualcosa? 2) Da quando ho introdotto i solidi è passata da una cacca liquida a una dalla consistenza solida che espelle con grande sforzo. Purtroppo non mangia volentieri la frutta in vasetto e non riesco a trovare frutta bio fresca diversa da mele e banane, cerco dunque di compensare con le verdure. Ad oggi le cucino due pappe: pranzo con cereali verdure e proteine; cena solo verdure e proteine per favorire il transito intestinale. È un giusto atteggiamento? Quali verdure posso darle per aiutarla?3) Vorrei darle dello yogurt fatto in casa a colazione. È un alimento sano e adatto a questa età? Diversamente quali alimenti sarebbero ottimali per la colazione volendola introdurre?Vi ringrazio di cuore e vi auguro buon lavoro a tutti!
dott. federico mordenti pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott. Federico Mordenti

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Cara mamma Iolanda, grazie per i suoi apprezzamenti e complimenti per l’attenzione profusa nel nutrire la sua Stella. Inizierei con il dire che le curve devono essere considerate un importante riferimento per seguire nel tempo l’accrescimento dei bambini ma non hanno un significato assoluto, né tantomeno sono valide all’etto. Modificazioni nel trend di crescita sono normali nella fase di passaggio all’alimentazione complementare, in special modo se si è attuato un allattamento materno. Quest’ultimo può essere continuato a richiesta cercando di mantenere un ritmo tra i vari pasti, cioè evitare di allattare troppo in prossimità di questi ultimi. Rispetto al non insistere fa assolutamente bene, come spesso diciamo bisogna fare in modo che il bambino evolva un rapporto fisiologico con il cibo senza forzature, premi o ricatti.

Per passare alla sua seconda domanda, è assolutamente normale che la consistenza delle feci venga ad assomigliare più a quella del soggetto adulto. Deve anche sapere che oltre a variare tutte le verdure e a garantire una porzione di frutta, sia fresca che in vasetto, a fine pasto ed eventualmente nello spuntino, deve anche proporre acqua a volontà soprattutto ai pasti ma anche nel corso della giornata, anche se la bambina è ancora allattata. Per quanto riguarda le pappe deve ancora inserire uova e formaggi freschi. Inoltre non vedo perché non debba essere presente il cereale anche nel pasto della cena. Non è necessario utilizzare solo i cereali senza glutine, inserisca tranquillamente anche la pasta e le granaglie che lo contengono. Infine latte e yogurt sono intercambiabili per la colazione, vanno bene anche quelli fatti in casa a patto che si seguano opportuni accorgimenti igienici e le corrette regole rispetto ai tempi e alla temperatura di produzione/conservazione. Buona crescita.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio