L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Alimentazione a 12 mesi: mio figlio rifiuta il latte artificiale

Nome: Alberto
Età del bambino: 12 mesi
Sesso: maschio
Comune:
Area tematica: Educazione
Domanda: Alberto ha compiuto un anno due settimane fa, il pediatra mi aveva consigliato di passare al latte per la crescita non essendo più adeguato quello materno. Mio figlio è alto 75 cm e pesa 9,3 kg ed il medico attribuisce al mio latte il fatto che non abbia preso peso nell’ultimo periodo. Ha rifiutato il latte artificiale e così sono passata a quello vaccino, fresco e intero: lo gradisce tantissimo, anche se non riesco a farlo cenare prima e proporgli il latte in serata, così molto spesso lo faccio cenare con latte e biscotti (mangiamo il latte con il cucchiaino perché mio figlio rifiuta il biberon): può andar bene?
Alimentazione a 12 mesi: mio figlio rifiuta il latte artificiale

Dott.ssa Assunta Martina Caiazzo

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Concordo con il suo pediatra sulla proposta di usare il latte di crescita rispetto al latte vaccino perché arricchito di minerali e vitamine utili per la crescita del suo bambino, sostanze che il latte vaccino non contiene. Comunque le linee guida nazionali ed internazionali concordano sulla possibilità di introdurre il latte vaccino nell’alimentazione del bambino dopo il primo anno di vita, per cui il consiglio che mi sento di darle in questa situazione, peraltro abbastanza obbligata dalle scelte alimentari di Alberto, è di utilizzare un’opportuna diluizione del latte, sulla cui entità il pediatra potrà darle validi consigli, per evitare un carico eccessivo di proteine.

Quanto alla distribuzione dei pasti, ad 1 anno d’età il numero totale dei pasti dovrebbe essere 4 cioè 2 pappe + 2 pasti di latte (colazione e metà pomeriggio). Dunque non è necessario anzi, le dirò, non è neppure corretto da un punto di vista nutrizionale che il suo bambino prenda il latte dopo la pappa della sera.

In conclusione: dia ad Alberto il latte, opportunamente diluito ed eventualmente con 1-2 biscotti al mattino, del latte – o se lui lo gradisce anche 1 yogurt – a metà pomeriggio, e mantenga un pranzo e una cena come pappe, con le quantità dei diversi alimenti che il suo pediatra le indicherà.

 

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio