L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

L’alimentazione nella gravidanza a rischio: evitare gli alimenti ricchi di sale

Nome: Agata
Età del bambino: 21 settimane
Sesso: femmina
Comune:
Area tematica: Altro
Domanda: Salve, alla 20a settimana dall’ecografia morfologica hanno rilevato un aumento del rischio di insufficienza placentare e ipertensione gestazionale. Da monitorare nelle prossime settimane dunque peso e pressione. Quale dieta è meglio seguire? Ho spesso tachicardia e mal di testa. Grazie.
L’alimentazione nella gravidanza a rischio: evitare gli alimenti ricchi di sale

Dott.ssa Maria Anna Tomaselli

Dietista

Gentile signora Francesca tra i fattori che possono influenzare i valori di pressione arteriosa ci sono il sovrappeso e una dieta ricca di sodio. Per questo il suo ginecologo ha certamente consigliato di non prendere troppo peso durante la gravidanza e di non consumare alimenti troppo ricchi di sale. Quindi è importante che lei eviti di consumare cibi conservati sotto sale (acciughe, olive, arachidi, patatine fritte imbustate, etc.) e non solo che non mangi affettati (cosa che sicuramente starà già facendo per evitare i rischi di infestazioni da parassiti), ma anche che limiti i formaggi stagionati, le salse industriali come maionese e ketchup, così come le minestre liofilizzate e i dadi per brodo. Stia attenta a non aggiungere, ovviamente, anche il sale nelle sue pietanze e cerchi di consumare, invece, molta verdura e frutta che, oltre ad essere povere in sodio, la aiuteranno a controllare meglio il suo peso corporeo. Ma soprattutto non lasci il suo ginecologo e ne segua attentamente i consigli e prescrizioni.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio