L'impegno di Coop Equipe Medica
×

L'esperto risponde

Alimentazione monotona

Nome: Alessandro
Età del bambino:
Sesso:
Comune: Luisago
Area tematica: Educazione
Domanda: Buongiorno, sono la mamma di un bambino di tre anni che mangia pochissimo. Gli piace la pasta con i legumi, ogni tanto la mangia col pomodoro e mangia anche i risotti quando ne ha voglia ma non mangia carne, pesce, frutta, verdure e all’asilo è un problema perché non assaggia niente e resta digiuno fino a mezzogiorno. Cosa devo fare?
Tomaselli

Dott.ssa Maria Anna Tomaselli

Dietista

cara signora Alessia, è un po’ presto per disperarsi, che ne pensa? L’asilo è appena riaperto, dopo la pausa estiva, e c’è tempo perché Alessandro si abitui al cibo della mensa. L’errore da non fare assolutamente è riportarlo a casa per il pranzo, visto che a scuola non mangia nulla. La mensa scolastica, infatti, è di grandissimo aiuto ai genitori, perché svolge una importante azione di educazione nutrizionale  avvicinando il bambino ad un’alimentazione varia. Da non sottovalutare è l’“effetto gruppo” che si realizza durante i pasti e che aiuta i piccoli utenti alla mensa ad imitare i loro compagni. Di grande aiuto, inoltre, è l’esempio positivo delle maestre e delle educatrici. Tuttavia mi viene un dubbio: visto che a casa mangia praticamente solo il primo e rifiuta i secondi non è che lei gli prepara delle porzioni troppo abbondanti per cui poi Alessandro non solo non ha fame, ma non ha proprio posto nel suo piccolo stomaco per altro cibo? Tenga presente che una porzione adeguata di pasta o riso per quella età è di circa 35-45g  di peso crudo.

Diamo quindi del tempo al piccolo Alessandro.

Il mio consiglio è di riproporre a cena il menù della mensa se si è rifiutato di mangiare a scuola, e di proporgli la frutta quando esce dall’asilo e ha digiunato.

Mentre la mensa scolastica insegna ad Alessandro ad avere un’alimentazione varia, lei si ricordi che carne e pesce, come anche le verdure, possono essere inseriti nel sugo al pomodoro e nei risotti, e che dopo un piatto di pasta e legumi, non va servito il secondo. I legumi, abbinati ai cereali, ci forniscono già delle proteine di alta qualità, senza dover aggiungere al pasto altre proteine.

Un abbraccio, e se lo desidera, mi riscriva per raccontarmi come va.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMAZIONE SULLA PRIVACY

campo obbligatorio