L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Allattamento al seno e risvegli notturni

Nome: Danilo
Età del bambino: 14 mesi
Sesso: maschio
Comune: Arezzo
Area tematica: Allattamento e divezzamento
Domanda: Salve, mi chiamo Cinzia e ho un bimbo di 14 mesi che si chiama Danilo. Ancora oggi allatto mio figlio al seno e non ha mai assunto nessun altro latte, però è svezzato e mangia praticamente tutto ciò che mangiamo noi. Il mio desiderio è quello di allattarlo ancora al seno, ma sono molto stanca, la notte si sveglia anche 7/8 volte per ciucciare dal seno (non prende il ciuccio) e io fisicamente non reggo più questa situazione, che consigli potete darmi? La pediatra mi ha consigliato di iniziare a dargli il latte di crescita, condividete? Grazie mille
dott. federico mordenti pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott. Federico Mordenti

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Cara mamma Cinzia, la domanda che ci pone è complessa in quanto il latte materno ha sempre un valore aggiunto rispetto al latte di derivazione vaccina. Detto questo, ritengo che Danilo con i suoi 14 mesi, completamente svezzato, sicuramente non si attacca al seno la notte ogni ora per nutrirsi, quanto per confortarsi e questo, non solo rappresenta uno stress per lei, ma neanche agevola l’evoluzione di un’autonomia nel sonno da parte di Danilo. Provi ad allattarlo prima di metterlo a dormire e poi condivida con il papà del bambino la gestione dei risvegli successivi se rimangono così ravvicinati (se sarà lei a farlo riaddormentare, Danilo sicuramente cercherà il seno), per poi riallattarlo al risveglio mattutino. Potrebbe essere d’aiuto dare al bimbo dell’acqua nel biberon nei suoi risvegli notturni. Ci tenga aggiornati, buona crescita!

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio