L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Allattamento, divezzamento e latte vaccino

Nome: Davide
Età del bambino:
Sesso:
Comune: Zogno
Area tematica: Allattamento e divezzamento
Domanda: Buongiorno, a seguito del controllo della crescita di Davide la pediatra mi ha fatto notare che il bambino è cresciuto poco in peso. Alla visita dei 12 mesi pesava 9,100 kg mentre adesso a 18 mesi pesa 9,940 kg. Il bambino beve ancora il latte materno a richiesta, per lo più la mattina con qualche biscotto o frutta, prima del pisolino pomeridiano (molto poco, giusto per conciliare il sonno dato che non usa il ciuccio) e al suo risveglio, anche se mangia come merenda yogurt e biscotti o torta casalinga o frutta, alla sera prima di dormire e un paio di volte se si sveglia durante la notte (soprattutto quando è agitato nel periodo della dentizione). Io mi sono affidata ai consigli dell'esperta sull'allattamento del nostro consultorio che dice che l'OMS consiglia il latte materno anche dopo i due anni e quindi vorrei continuare ad allattarlo. Però la nostra pediatra ha dato la colpa del rallentamento di crescita alla mancanza del latte vaccino e mi ha esortato a dargli il mio latte eventualmente solo la sera/notte e di dare al bambino il latte vaccino in tazza dato che rifiuterebbe il biberon, per merenda budino, frappè di frutta o gelato artigianale eventualmente riso al latte. Premetto che il bambino mangia a pranzo e a cena molto bene, pasta, riso, orzo e farro, varie verdure, carne, pesce, legumi, non gradisce minestra e minestrone, purè, tutto ciò che di dà al cucchiaio o che ricorda la pappa. Io ho tentato di dargli oltre il mio latte, il latte vaccino in tazza con biscotto e il frappè di banana, ma dopo un assaggio si rifiuta. Il budino dopo un cucchiaio non lo vuole più, il gelato lo preferisce ma non è ancora stagione. Secondo lei la colpa di una poca crescita è data dalla mancanza del latte vaccino? Come posso introdurlo nell'alimentazione a colazione e merenda senza togliere il mio latte dato che rappresenta anche una coccola e un abitudine per addormentarsi? Sotto che forma potrei rendere invitante il latte vaccino? Grazie mille
dott. federico mordenti pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott. Federico Mordenti

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Cara mamma Milena, quando parla di crescita parla solo di peso, ma in altezza come si è spostato Davide e come sono andati gli ultimi 6 mesi in termini di salute? Supponendo che Davide abbia avuto una buona crescita staturale seppure un non eccezionale accrescimento ponderale (peraltro normale dopo i 12 mesi) direi che il latte vaccino non ha nulla che un bambino non possa trovare in altri cibi in una alimentazione sana e variegata, anche se rimane un alimento ricco e completo, validissimo soprattutto per l’apporto calcico. Vero è, in accordo con ciò che propone il suo pediatra, che il latte vaccino apporta un grosso carico proteico che favorisce l’aumento del peso in età pediatrica, ma non penso che quest’ultimo sia un obiettivo da perseguire necessariamente e obbligatoriamente. Pertanto il mio consiglio è di continuare per la sua strada con l’allattamento materno, proporre, senza farsene una malattia, alternativamente e quotidianamente latte vaccino o formaggio o yogurt o ciambellone e qualche occasionale gelatino (a proposito: non esiste una “stagione” adatta per il gelato!), senza forzature e nell’ambito di scelte varie come quelle che ci ha descritto. In tal modo, quando lei e Davide deciderete di sospendere l’allattamento al seno, il bambino avrà fonti di calcio alternative facilmente accessibili. Buona Crescita.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio