L'impegno di Coop Equipe Medica
×

L'esperto risponde

Allergia alimentare

Nome: Alessandro
Età del bambino:
Sesso:
Comune: Viterbo
Area tematica: Altro
Domanda: Salve, sono la mamma di un bambino di 37 mesi. Dopo aver notato reazioni cutanee dopo l'assunzione di noci e nocciole abbiamo fatto il prick test dal quale è risultata una reazione allergica alle arachidi (9mm), arachide tostata (9.6mm) e nocciola (5mm). Inoltre, è risultato positivo anche agli inalanti olivo e graminacee. Abbiamo eseguito così l'isac test, con i seguenti risultati : Noce r jug1 0.9 Noce r jug2 1.4 Arachide rAra h1 3 Arachide rAra h2 19 Arachide rAra h6 1.9 Sono state inoltre confermate le allergie a olivo, platano e graminacee. Tra qualche settimana abbiamo appuntamento con un allergologa pediatrica, vorremmo nel frattempo delle informazioni su come comportarci con l'alimentazione. Non diamo frutta secca al bambino, ma ci chiedevamo come comportarci con i prodotti che presentano la dicitura tracce di e con l'assunzione dei prodotti come gelati o patatine o altri alimenti confezionati. È un'allergia molto severa? Ci sono rischi gravi nell'assunzione accidentale di questi alimenti? È un tipo di allergia che può sparire? Grazie per l'attenzione
marina cammisa

Dott.ssa Marina Cammisa

Pediatra

Gentile Chiara, il fatto, che ad oggi, il bambino ha presentato soltanto lesioni cutanee dopo l’assunzione di alcuni alimenti, ci fa ben sperare che non sia una forma particolarmente grave. Naturalmente è sconsigliata l’assunzione di questi frutti secchi e la dicitura “tracce” riportata su alcuni alimenti è un modo per i produttori di non avere eventuali responsabilità con alimenti che potrebbero essere assunti. L’allergologa, sulla base degli esami, saprà consigliarla meglio di me, ma credo che ciò che è veramente importante in questi soggetti è la clinica, per cui a seconda della reazione avversa che un soggetto presenta potremo essere più o meno attenti a quello che assume. Riguardo al fatto che tutto possa cambiare nel tempo direi che in un organismo in divenire niente è definitivo, spesso i piccoli migliorano, a volte si aggiungono nuove allergie, a volte si modificano nel tempo. Sarà necessario seguire Alessandro durante la crescita, avere pazienza  e stare a vedere. Ci faccia sapere ciò che le ha detto la collega.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMAZIONE SULLA PRIVACY

campo obbligatorio