L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

are a tutti i costi?

Nome: Emma
Età del bambino: 2
Sesso: femmina
Comune:
Area tematica: Educazione
Domanda: Buongiorno, mia figlia compie due anni tra poco e l'ho abituata alla frutta omogeneizzata. Da un mese va all'asilo e lì danno la frutta fresca (che non mangia) per cui a casa mi sono decisa a darle frutta fresca anche io. Il problema è che non la mangia, ho provato a non forzarla e non la mangia, ma forzandola mangia.. il fatto è che non so se è giusto forzarla (si provoca anche il vomito e ci vuole più di un'ora per mangiare un quarto di mela). Ovviamente capisco che non la mangia perché è sempre stata abituata all'omogeneizzato. Lo stesso vale per la verdura perché gliel'ho sempre "nascosta" con polpette, passati ecc.Per il resto mangia di tutto, dalla pasta alla carne al pesce ai legumi.Attendo un consiglio su come è meglio fare. Grazie
are a tutti i costi?

Dott.ssa Alessandra Piedimonte

Medico Chirurgo esperta in Nutrizione Pediatrica

cara Monica, effettivamente la frutta fresca ha un gusto decisamente diverso rispetto all’omogeneizzato, quindi se è vero che inizialmente è consigliabile utilizzare gli omogeneizzati per cominciare l’alimentazione complementare è altrettanto vero che in una età maggiore ci possono essere dei problemi con i cibi freschi, ma è di certo solo questione di tempo e vedrà che presto la sua bimba inizierà ad apprezzare la buona frutta di stagione. Sul discorso della forzatura in realtà come sempre la soluzione migliore sta nel mezzo cioè se da una parte le consiglio di non cedere alla tentazione di riproporle l’omogeneizzato pur di farla mangiare, per non creare in Emma confusione (l’omogeneizzato lo posso mangiare o no? Perché a scuola mangio una cosa e a casa un’altra?) dall’altra la forzatura estrema è comunque controproducente poiché può innescare un meccanismo di rifiuto a priori, senza nemmeno la prova dell’assaggio. Per cui il mio consiglio è di riproporre quotidianamente la frutta fresca e la verdura “vera”cercando di promuovere l’assaggio, ma nel momento del rifiuto evitare di insistere senza però proporre alternative, d’altronde è così che fanno anche a scuola. Anche usare la frutta fresca per qualche merenda a settimana, di nuovo evitando alternative, può contribuire a convincere Emma a provarla, se non vuole saltare la merenda. Solo così Emma sarà stimolata ad apprezzare in poco tempo il sapore degli alimenti e perché no delle stagioni.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio