L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Bambini sovrappeso: proporre alimenti sani ed eliminare i fuori pasto

Nome: Aurora
Età del bambino: 5 anni
Sesso: femmina
Comune:
Area tematica: Educazione
Domanda: Mia figlia si chiama Aurora, pesa 29 kg ed è alta 119 cm. E’ sempre in movimento, non sta mai ferma, fa nuoto 2 volte a settimana e ci capita spesso di camminare anche per tragitti importanti. E’ sempre stata golosa e appassionata al cibo. Le ho tolto tante cose ma non riesco a negarle tutto. In casa non ho merendine e nello zaino dell’asilo metto solo cose sane. Se andiamo ad una festa di compleanno, mio figlio di 7 anni corre a giocare, lei corre a mangiare. E mangia in maniera feroce! Non so dove sbaglio, ma il fatto è che non riesco a farla dimagrire. Dimenticavo: non fa mai colazione, so che è sbagliato ma non riesco a convincerla. Secondo voi cosa dovrei fare? Potrebbero esserci cause diverse dal semplice essere ingorda? Grazie per la risposta. Simona.
dott. federico mordenti pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott. Federico Mordenti

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Gentile Simona, in effetti come avrà potuto rilevare nella sezione Bimbometro sua figlia è in eccesso di peso, da ciò che racconta, ritengo anch’io che questo derivi dal mangiare troppo.

Lei descrive la sua bimba come solare, attiva e molto amante del cibo, forse troppo. È quindi importante riportare il cibo alla sua funzione nutritiva più che di intrattenimento/gratificazione, ovviamente non è semplice farlo, bisogna iniziare per gradi. Insistere innanzitutto perché la sua bimba faccia una prima colazione, anche minima, almeno all’inizio, e magari se non appena alzata comunque prima di entrare a scuola. La invito, per la prima colazione, a dare un’occhiata all’articolo che abbiamo pubblicato su questo sito Mangiare a colazione. Perché, come e cosa?. Attribuire poi un ritmo scandito ai pasti, evitando spiluccamenti; proporre alimenti sani con pochi grassi da condimento utilizzando verdure di ogni tipo per arricchire primi e secondi piatti, offrendo poi, se proprio non è possibile contenerla in alcun modo, delle crudité (carotine, finocchi, etc) durante la giornata. Infine qualora non riesca ad ottenere un miglioramento nei prossimi 2-3 mesi la invito a consultare un nutrizionista pediatrico che la possa consigliare in modo personalizzato con attenzione alle porzioni, fugando dubbi, incertezze ed inutili sensi di colpa. È comunque importante, come Lei ha giustamente intuito, affrontare da subito questa situazione, senza attendere che si risolva da sola, cosa che difficilmente, purtroppo, accade. Mi faccia sapere come evolve. Cari saluti.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio