L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Capricci a pranzo

Nome: Samuele
Età del bambino: 13 mesi
Sesso: maschio
Comune:
Area tematica: Educazione
Domanda: Salve, ho un bimbo di 13 mesi che mi fa impazzire ai pasti. A parte il latte del mattino, mangia solo se distratto con giochi e oggetti vari. Se sono di suo gradimento manda giù 2 bocconi poi butta a terra e pretende altro. Mi tiene in pugno, lo do che è sbagliato ma non so come uscire da questo circolo vizioso.Ho provato a ignorarlo e non assecondarlo, ma fosse per lui starebbe una giornata senza mangiare. Dopo lo svezzamento sembra non abbia mai fame, però poi se distratto mangia.Anche il latte ormai lo vuole solo a colazione, cerco di dargli almeno dei yogurt che però non mangia quasi mai spontaneamente. Sono veramente stanca… mi potete dare un consiglio su come comportarmi? Grazie
marina-cammisa pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott.ssa Marina Cammisa

Pediatra

Gentile Dory, nella sua lettera si legge bene la disperazione delle madri che sono tenute “in pugno” da questi piccoli schiavisti inconsapevoli (in parte…). Cosa porta, in particolare le mamme, a temere a tal punto che i loro figli non mangino da essere disposte a tutto? Forse è un’atavica paura che possano lasciarsi morire, cosa che non accade mai, o il terrore di non essere all’altezza di allevare un figlio, come se rifiutare il cibo equivalesse al rifiuto di loro stesse o ancora la desolante constatazione che le attenzioni si moltiplicano a dismisura perché il numero dei figli è bassissimo. Eppure i bambini che non hanno da mangiare lo cercano, le madri che non dispongono di cibo si accontentano. Ciò che voglio dire è che anche Samuele è entrato nel giro dei bambini che sanno di poter avere ciò che vogliono e hanno gli strumenti giusti per ottenerlo. Cara Dory, faccia sedere Samuele a tavola con la sua famiglia e faccia in modo che condivida il vostro pasto, così comincerà a capirà tempi e modi per mangiare. Gli mostri che ogni cosa ha il suo spazio: gioco, pasto, sonno, passeggiata… e non si preoccupi se occasionalmente mangia poco o nulla. Lui è fortunato perché al pasto successivo potrà, se vuole, recuperare. Soprattutto si mostri serena perché è l’unica cosa che conta davvero. Mi faccia sapere.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio