L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Cervello e zuccheri

Nome: Alicia
Età del bambino: 5 anni
Sesso: femmina
Comune: MORCIANO DI ROMAGNA
Area tematica: Le giuste quantità
Domanda: Buongiorno, perché nel menù delle mense scolastiche materne e primarie non è previsto alcun alimento dolce e non grasso, se non per merenda un pezzettino di frutta? Lo zucchero, in età scolare, non è importante? I bimbi ne consumano molto durante l’esercizio fisico e l’apprendimento! A mia figlia si spegne il cervello pur non avendo problemi di diabete o simili. Grazie.
marina-cammisa pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott.ssa Marina Cammisa

Pediatra

Gentile Maria, è interessante la teoria sul cervello di Alicia. Che questo organo utilizzi i carboidrati semplici per funzionare è vero, ma che si possa “spegnere” senza l’assunzione di dolci in assenza di patologie importanti mi sembra assai improbabile. Le ragioni della sua mail sono giusto il motivo per cui durante la mensa scolastica non si distribuiscono dolci: “perché ci sono le mamme come lei che ci pensano!”. Una corretta alimentazione prevede il consumo dei dolci solo occasionalmente e non quotidianamente. Il dolce è un gusto che all’individuo piace geneticamente, per cui la mensa, che ha anche uno scopo educativo, deve offrire alimenti adeguati e magari poco usati a casa. A proposito… la frutta è ottima per riattivare il cervello e fornire anche acqua e vitamine, senza però appesantire.

 

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio