L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Col divezzamento la bimba prende meno latte. Sono molto preoccupato.

Nome: Alessandra Livia
Età del bambino: 6 mesi
Sesso: femmina
Comune:
Area tematica: Allattamento e divezzamento
Domanda: Buongiorno, mia figlia ha iniziato da una settimana il divezzamento, latte a colazione, frutta a metà mattinata, brodo vegetale a pranzo con crema di mais e tapioca e liofilizzato di agnello, latte a merenda e a cena.Il problema è questo: la bimba piano piano ha iniziato a non bere più latte e quando lo fa ne prende meno di quello che dicono le linee guida, la pappa poi non ne parliamo, è più quella che va sul bavaglino e sul body. Sono un padre molto apprensivo e ho paura che non nutrendosi a sufficienza la bimba possa avere qualcosa, per me ogni giorno è un'agonia sapere che non ha preso il biberon a sufficienza. Vorrei sapere se (scusate la domanda stupida) c'è rimedio nel caso non mangi, se esistono delle alternative in modo tale che cresca sana e forte.Scusate, ma sono veramente in ansia.Grazie
Col divezzamento la bimba prende meno latte. Sono molto preoccupato.

Dott.ssa Maria Anna Tomaselli

Dietista

Caro papà Claudio, perché invece di agitarsi tanto non controlla o, meglio, fa controllare il peso della sua piccola? Magari scoprirà che le sue ansie sono infondate. Purtroppo non mi scrive il peso e la lunghezza di sua figlia, altrimenti potrei forse dirle già io se è normopeso o no. Io direi di non preoccuparsi se la bambina non finisce più il biberon. È abbastanza normale quando si comincia il divezzamento. Tenga anche presente che le pappe sono più ricche di calorie a parità di peso rispetto al latte e che danno un senso di sazietà maggiore. Quindi, le sembrerà che la maggior parte del pranzo vada sul bavaglino, ma le posso assicurare che i bambini sanno esattamente quando sono sazi e non hanno più necessità di mangiare. Anche per le quantità degli alimenti del pranzo non mi dice nulla. Quindi per placare le sue ansie la invito a rivolgersi al suo pediatra di fiducia per monitorare la crescita di Alessandra Livia… perché l’unica “terapia” per una crescita ottimale sono una sana alimentazione, un bravo pediatra e tanta serenità in casa. Un abbraccio e se lo desidera mi riscriva.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio