L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Coliche e sonno irregolare: cosa fare con un bambino di un mese?

Nome: Maria Teresa
Età del bambino: 1 mese
Sesso: femmina
Comune:
Area tematica: Sano sviluppo
Domanda: Da un paio di giorni la mia bambina chiede la poppata più di frequente, ma al momento di farlo invece di poppare si agita e si lamenta. Inoltre ha avuto un’eruzione cutanea sul viso e sul collo. Preciso che qualche giorno fa abbiamo provato a cambiare latte artificiale per evitare coliche e stipsi: si può ipotizzare un problema intestinale? Come mai, dopo aver acquisito una certa regolarità nel ciclo veglia–poppata–sonno, da un paio di giorni la bambina è diventata nervosa e sregolata?
marina-cammisa pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott.ssa Marina Cammisa

Pediatra

È evidente che la sua bambina è molto piccola e non si può pensare che abbia già acquisito un ritmo sonno-veglia-alimentazione definitivo. Per questo la pregherei soltanto di aspettare e non farsi prendere dall’ansia di risolvere tutto e subito, magari cambiando ripetutamente il latte.

In situazioni come la sua, consiglio sempre alle mamme di farsi aiutare da qualcuno, in modo da riposare ed affrontare così più serenamente i mille cambiamenti a cui la bimba andrà incontro. So bene, per esperienza personale, quanto sia difficile gestire un piccoletto che dorme poco e piange per le “colichette”!

Lei mi dà molte informazioni ma confuse e, soprattutto, non mi dice se l’allattamento è misto o esclusivamente con latte adattato, per cui proverò a darle delle risposte interpretando ciò che mi scrive.

Prima di tutto penso che l’eruzione cutanea che la piccola ha avuto, e le coliche addominali che, mi sembra, le impediscono di allattare, oltre ad una intolleranza alle proteine del latte (naturalmente tutta da dimostrare) potrebbero essere più semplicemente dovute ad una infezione virale, oppure ad una dermatite atopica (non necessariamente sinonimo di allergia).

In particolare poi verificherei che la quota di latte che le prepara sia adeguata e che i pasti non siano troppo ravvicinati, perché, a volte, per rispondere a quella che ci sembra una richiesta di cibo, rischiamo di non rispettare i tempi della digestione. Inoltre, se la piccola mangiasse con molta avidità, intervallerei l’assunzione del latte con piccole pause che le impediranno di ingurgitare troppa aria. Infine, un bel ruttino a fine pasto con la piccola in posizione eretta è indispensabile.

Mi auguro che lei e la sua piccola riusciate a trovare un nuovo equilibrio che renda questo periodo, come sarebbe giusto che fosse, uno dei più belli della sua vita.

 

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio