L'impegno di Coop Equipe Medica
×

L'esperto risponde

Con latte e biscotti non si mastica!

Nome: Marco
Età del bambino:
Sesso:
Comune: Verona
Area tematica: Educazione
Domanda: Salve, il mio bambino mangia soltanto tazze di latte e biscotti, a volte qualche zuppa di verdure con crostini. All'asilo soltanto qual che pezzo di pane; non c’è verso di fargli assaggiare niente altro a parte la frutta. Non sappiamo più che cosa fare anche perché visto che non prende le giuste quantità di latte, all’asilo a pranzo lo andiamo a prendere perché altrimenti mangerebbe ancora meno. Come posso fare per risolvere la situazione? Grazi
mordenti_s

Dott. Federico Mordenti

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Cara mamma Francesca, la domanda principale è: Marco è in sottopeso? Se la risposta è “no” deve sentirsi sicura e convinta per aiutare suo figlio a ricostruire una alimentazione adeguata alla sua età. Immagini solo il mancato utilizzo della muscolatura boccale e della dentatura come può influenzare il sano accrescimento del cavo orale di Marco. Non vedo l’utilità di ritirarlo dalla mensa per portarlo a casa a mangiare latte e biscotti, capirei se lo facesse per invogliarlo alla sperimentazione di cibi che Marco rifiuta. La mensa scolastica potrebbe rappresentare un momento di confronto, imitazione e di scoperta, pertanto, allontanarlo da questa non fa che rinforzare il rifiuto di sperimentare del bambino. Riparta dalle zuppe di verdura e crostini e sostituisca questi ultimi con orzo o farro o riso. Sostituisca ai biscotti del pane, visto che già mangia i crostini, e pian piano ci metta su della marmellata, della ricotta, dell’olio o della salsa di pomodoro: lo spinga quindi a sperimentare, partendo dalle cose che sostanzialmente già mangia, delle proposte semplici ma che richiedano masticazione e consentano un consumo autonomo anche con le mani. Elimini il latte nel corso della giornata, può rimanere a colazione e al massimo come spuntino pomeridiano occasionale. La invito, infine, a riflettere su un punto: se Marco rifiuta di mangiare è una sua scelta che va rispettata, non compensata con altro… nessun bambino si lascia “morire di fame”, però può essere molto più testardo lui dei nostri limiti di sopportazione; sta a noi allungare i tempi di tale sopportazione! Buona crescita.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMAZIONE SULLA PRIVACY

campo obbligatorio