L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Contro il sovrappeso, non viziamo i nostri bimbi

Nome: Giada
Età del bambino: 20 mesi
Sesso: femmina
Comune: petrosino
Area tematica: Preparazione pappe
Domanda: La mia bimba è alta 85 cm e pesa 16 kg. La sua alimentazione è: la mattina beve 250 ml di latte, poi fa un piccolo spuntino di un cracker, e verso le 13.30 pranza con 2 cucchiai di pastina risoni o stelline con omogeneizzato di carne o pesce, più verdure aggiunte. Il pomeriggio fa una piccola merenda con una fetta di pane o qualche crackers, anche se cerco sempre di insistere con la frutta, ma non c'è niente da fare. A cena, verso le ore 19.30-20, mangia un po’ di pastina con formaggino o pesce fresco, tipo merluzzo in bianco con carote e patate. Verso le 22.30-23 beve di nuovo il latte. Devo continuare così? Cosa devo fare? Grazie.
Contro il sovrappeso, non viziamo i nostri bimbi

Dott.ssa Maria Anna Tomaselli

Dietista

Gentile signora Enza, la sua piccola si trova sotto l’85° percentile per l’altezza e molto sopra il 97° percentile per il peso. Ciò significa che, nonostante la giovanissima età, è già molto in sovrappeso. Non posso fare un’analisi quantitativa precisa di ciò che mangia la sua Giada perché mi mancano delle informazioni: che tipo di latte beve Giada? Ci aggiunge zucchero, miele o biscotti? Quanto olio usa per condire? E il formaggio grattugiato? Beve succhi di frutta? un’altra domanda che voglio farle è se la sua piccola sta spesso con i nonni, che spesso tendono a viziare i nipoti offrendo a loro tante cose gradite ai bambini, ma certamente non il massimo dal punto di vista della salute… Sospetto questo perché il peso della bimba è davvero tanto per la sua età. Oltre a non mangiare frutta e ad avere un’alimentazione abbastanza monotona nella quale mancano i legumi, un altro importante errore che salta subito all’occhio è la presenza di omogeneizzati. A 20 mesi? Ancora? Perché? Se Giada è capace a sgranocchiare dei cracker, potrà certamente masticare e ingoiare piccoli pezzi di carne, di legumi o di verdure. E perché sempre la pastina? È come se lei fosse rimasta “bloccata” al momento del divezzamento di Giada senza fare i passi successivi per una crescita corretta della bambina. È vero, Giada è cresciuta fisicamente, ma anche lei si è “bloccata” a questi gusti e a queste consistenze, tanto da non voler assaggiare alimenti nuovi. Ci pensi bene, è così? Può chiedere al suo pediatra o ad uno specialista un aiuto per conoscere le giuste porzioni per una bimba dell’età di Giada. Nel frattempo le consiglio di togliere Giada dal suo seggiolone e di farla sedere a tavola con la sua mamma e papà per poter scoprire un vasto mondo di profumi e sapori. Se lo desidera mi riscriva.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio