L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Cresce poco? Non integrare il latte con la frutta

Nome: Alice
Età del bambino: 3 mesi
Sesso: femmina
Comune: Sesto fiorentino
Area tematica: Allattamento e divezzamento
Domanda: Buonasera, ho una figlia di 3 mesi che dalla nascita ad ora ha preso solo 1,1 kg. Ci hanno consigliato di integrare il latte artificiale di tipo 1 dopo la poppata al seno materno e di darle una volta al giorno la pera o la mela grattugiata. La bambina mangia ogni 3 ore circa. Serve davvero tutto questo oppure non sarebbe meglio darle 120 ml e 4 misurini di latte ogni 3 ore e dopo il biberon darle il seno della mamma?
Cresce poco? Non integrare il latte con la frutta

Dott.ssa Alessandra Piedimonte

Medico Chirurgo esperta in Nutrizione Pediatrica

Caro Ivan, sebbene il dato di per sé sembrerebbe indicare una crescita ponderale un po’ scarsa, in realtà per darle una risposta più esauriente avrei bisogno di conoscere il peso di Alice alla nascita e, soprattutto, l’andamento della sua crescita sia in lunghezza che in peso. Quello che sicuramente posso dirle è che, in generale, è del tutto sconsigliabile iniziare il divezzamento a 3 mesi, quando l’intestino non è ancora abbastanza maturo per tollerare alimenti diversi dal latte; in aggiunta, introdurre della frutta (che ha una concentrazione di calorie e nutrienti molto più bassa del latte) non è proprio di nessun aiuto, poiché la sua bimba è in grado di ingerire solo certe quantità di cibo, e se lei sostituisce il latte (che ha più calorie) con la frutta (che ne ha meno) otterrà proprio il risultato opposto a quello desiderato. Se la crescita staturo-ponderale fosse effettivamente rallentata sarebbe sicuramente adeguata l’indicazione di offrire del latte artificiale di tipo 1, ma sempre solo dopo il seno materno. Questo perché la suzione stimola la produzione del latte e dunque se la bimba è più affamata si attacca in maniera più forte al seno, prendendo anche più latte. In ogni caso probabilmente andrebbero effettuate delle analisi di laboratorio per escludere almeno una infezione delle vie urinarie, che potrebbe essere responsabile del ridotto accrescimento.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio