L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Da qualche tempo la mia bambina non vuole più la cena, che fare?

Nome: Marta
Età del bambino: 7 mesi e mezzo
Sesso: femmina
Comune: ROMA
Area tematica: Preparazione pappe
Domanda: Buongiorno, ho iniziato lo svezzamento di mia figlia al sesto mese intorno alla metà di Luglio, avendo accettato bene la prima pappa dopo un mese ho introdotto la seconda. Da una settimana circa la bambina piange all'ora di cena e non apre quasi mai la bocca. Appena assaggia la pappa ha conati di vomito e se prende qualche cucchiaino dopo vomita. La bambina beve LA circa 150/200ml al mattino alle 7, a volte a metà mattina qualche cucchiaino di omogeneizzato alla frutta, pappa a pranzo composta da 2 cucchiai di pastina o farine, brodo, mezzo omogeneizzato di carne, verdure olio e un po' di parmigiano, al pomeriggio 100ml di LA e la pappa alla sera con formaggino o legumi brodo verdure e farine sempre nelle stesse quantità del pranzo. A mezzanotte la sveglio io per darle altri 150ml di LA. Premetto che mia figlia è sottopeso, collocata intorno al decimo percentile. E' lunga 65cm e pesa 7Kg. Come mi devo comportare? Non è mai mai stata una mangiona, anzi. Ha sempre bevuto poco latte e sofferto di reflusso serio curato con inibitore di pompa ma ora sta bene. La bimba è sveglia e vivace.
Da qualche tempo la mia bambina non vuole più la cena, che fare?

Dott.ssa Alessandra Piedimonte

Medico Chirurgo esperta in Nutrizione Pediatrica

cara Alessandra, è possibile che questo “rifiuto” di Marta per la cena sia solo dovuto ad un periodo particolare, magari dovuto alla dentizione, al caldo, ad una lieve indisposizione, ecc… quindi prima di preoccuparsi io le consiglierei di aspettare qualche giorno per vedere come va ed eventualmente fare una visita dal suo pediatra per escludere patologie organiche. Se invece il problema persistesse inizierei a provare a cambiare la fonte di proteine tra il pranzo e la cena, cioè ad esempio proporre a pranzo i formaggio o i legumi e la sera la carne, per cercare di capire se magari è un gusto o una tipologia di alimento che viene rifiutato e quindi in questo caso sarebbe bene cercare di capire il perché di tale rifiuto. Spesso infatti istintivamente vengono rifiutati alimenti non completamente accettati e tollerati dall’organismo, ma le ricordo che, soprattutto nell’infanzia, prima di eliminare qualsiasi tipo di alimento è bene accertarsi che esso effettivamente vada eliminato… insomma no alle eliminazioni “fai-da-te”! Infine vorrei consigliarle di evitare di svegliare la sua bambina la notte per darle il latte, consideri infatti che i bambini hanno un’ottima capacità di autoregolarsi dal punto di vista alimentare, per cui se Marta di notte non si sveglia e non vuole il latte evidentemente non ne ha la necessità. Ah! Questo mi fa venire in mente che la sua affermazione che la bambina sia sottopeso è del tutto infondata: le sue proporzioni corporee sono perfette, secondo le carte OMS l’indice di massa corporea (cioè la proporzione tra peso e altezza) di Marta sono appena al di sotto del 50° percentile. Una ragione di più per non preoccuparsi e per non forzarla a mangiare quando non vuole. In ogni caso, per ulteriori dubbi non esiti a ricontattarmi.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio