L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Disturbi del sonno e svezzamento

Nome: Matilde
Età del bambino:
Sesso:
Comune: Lurate Caccivio
Area tematica: Altro
Domanda: Salve, mia figlia ha 5 mesi e mezzo e secondo il parere del pediatra ho iniziato a darle un pochino di frutta a 4 mesi e mezzo, per poi passare alla pappa del pranzo dai 5 mesi compiuti. Pesa 6,6 kg per 65 cm, sto allattando ancora (8.00 latte, 10.00 frutta, 13.00 pappa, 16.00 frutta e latte, 20.00 latte, 24.00 latte, 4.00 latte.)Ha sempre avuto problemi di coliche e anche di stipsi.Ho notato che da quando ha iniziato lo svezzamento, si sveglia circa alle 2.00, alle 3.00, 3.15, 3.30, 3.45, 6.30 urlando come una matta ed è inconsolabile. Neanche nel lettone si calma, oppure si calma per pochi minuti e riparte. Quali possono essere le cause?So che l’OMS consiglia lo svezzamento dal 6 mese e sono preoccupata della sua immaturità intestinale, ma ho deciso di fidarmi del pediatra, anche per il fatto che lei si dimostrava davvero molto curiosa verso il cibo che consumiamo a tavola.Concludo sottolineando che faccio uno svezzamento classico, ma ho introdotto da subito un po’ di carne e di verdura, perché brodo e crema da soli non li gradiva affatto e invece da quando faccio la pappa completa la mangia tutta e non cerca il seno. Inoltre, fa tutti i suoi pisolini durante il giorno ed è serena, attiva e tranquilla fino a sera e si addormenta subito quando è ora della nanna (20.45/21.00). Grazie, spero possiate aiutare la mia piccolina a dormire regolarmente.
dott. federico mordenti pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott. Federico Mordenti

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Cara mamma Valentina, i disturbi del sonno sono un fenomeno complesso e non sempre di facile inquadramento. In effetti l’anticipazione del divezzamento a 4 mesi e mezzo può non aver facilitato il superamento della stipsi e delle coliche neonatali. Ad ogni modo ciò che è fatto è fatto, né sappiamo con certezza che le cose sarebbero andate diversamente con un comportamento diverso.  Ciò che ci descrive, ovvero il grande benessere diurno e l’irrequietezza notturna, può far pensare a un problema di reflusso gastro-esofageo, riguardo al quale la inviterei a confrontarsi con il suo pediatra. Rispetto alla stipsi, come intervento nella gestione nutrizionale (che potrebbe comunque aiutare sul piano generale) è importante che faccia attenzione a che Matilda assuma sufficienti quantità di acqua durante la giornata, stante l’assenza dell’allattamento durante il giorno e la pappa. Inoltre nell’assetto descritto manca la frutta a fine pranzo e poi nella successiva cena. Suggerirei, infine, di offrire il seno anche durante il giorno, magari al posto della frutta del pomeriggio o del mattino. Buona crescita.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio