L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Dopo l’anno a tavola con i grandi

Nome: Federico
Età del bambino: 12 mesi
Sesso: maschio
Comune: Pineto
Area tematica: Sano sviluppo
Domanda: Salve dott.ssa, mi è stato detto dalla mia pediatra che adesso, visto che mio figlio ha compiuto un anno, può mangiare con noi e di tutto, ma non sono stata consigliata affatto sulle modalità di cambiamento della sua alimentazione, visto che fino a ora il mio bimbo mangiava pastina sia a pranzo che a cena con brodo vegetale e omogeneizzato. Vorrei un consiglio su cosa cucinare in questa fase di transizione.
dott. federico mordenti pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott. Federico Mordenti

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Gentile mamma Daniela, come giustamente suggeritole dalla sua pediatra intorno all’anno di età si consiglia di abbandonare le pappe “all inclusive” e passare a pasti frazionati in portate e condivisi con la famiglia. Ovviamente non si passa direttamente dalla crema di mais e tapioca ai rigatoni con la pajata e non perché Federico nono li gradirebbe ma perché le esigenze di Federico non sono ancora uguali a quelle dell’adulto. In primo piano c’è il quantitativo di sale aggiunto cui il bambino non è abituato e che eccederebbe i suoi fabbisogni portandolo, peraltro, in alcuni casi a un’alimentazione selettiva verso il salato /saporito rispetto a preparazioni più semplici, meno condite o elaborate con effetti a lungo termine sulle abitudini alimentari. Detto questo non c’è nulla che non possa condividere con voi come pasta o riso con verdure, carne o pesce, verdure crude e o cotte e frutta opportunamente offerti in funzione della dentizione e la capacità masticatoria di Federico e naturalmente nelle quantità adeguate, che sono ancora piccolissime (ad esempio: 20 g di carne o pesce, o 30 di legumi, o mezzo uovo). Buon appetito e buona crescita.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio