L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Dormire da soli: che fatica!

Nome: Gioia
Età del bambino: 2 anni
Sesso: femmina
Comune: Alberti
Area tematica: Educazione
Domanda: Ciao, sono la mamma di Gioia, una bimba di 2 anni vivace e molto sveglia. Come la maggior parte dei casi, lei dorme nel lettone assieme a noi: colpa nostra! Si addormenta con noi, poi la mettiamo nel suo lettino e per tre ore dorme, poi si sveglia e torna con noi. Vorrei un consiglio su come fare per farvela dormire definitivamente, anche perché avevo pensato di trasferirla nella sua cameretta. Grazie mille!
marina-cammisa pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott.ssa Marina Cammisa

Pediatra

Gentile Giulia, come lei stessa dice è una situazione molto frequente, che molti pediatri vedono senza particolare apprensione. Come lei sa, anche in questo ambito esistono diverse scuole di pensiero: alcuni non mettono limite d’età all’uso del lettone dei genitori, altri ritengono che insegnare ai piccoli a dormire da soli li aiuta nel loro processo di maturazione e autonomia. Cara signora, io penso che esista una sana via intermedia, che non nega il piacere del lettone da vivere con mamma e papà, ma che restituisce una certa intimità alla coppia, spesso molto provata anche se felice di questa intrusione. Le consiglierei di cominciare a creare con il riposino pomeridiano una situazione, che sta a lei ben individuare, che sia idonea a favorire l’addormentamento di Gioia: luci soffuse, una buona lettura, la musica, la sua manina nella sua, un peluche. L’addormentamento non deve essere avvertito come un abbandono, ma come un piacevole momento diverso dalla veglia. Questo si potrebbe ripetere di sera, con mamma e papà che si alternano nel rituale. Naturalmente, anche durante il risveglio notturno si avranno, almeno all’inizio, le stesse accortezze, con grande fatica e costanza, fino a che la piccola lo richieda e la tranquillizzi. Tutte le abitudini consolidate hanno bisogno di un grande sforzo per essere cambiate. In questo modo, Gioia familiarizzerà lentamente con la sua cameretta e avrà la conferma che i suoi genitori sono comunque sempre vicini a lei, con tanta pazienza ed estrema dolcezza. I giochi nel lettone però non verranno mai negati, così come gli abbracci consolatori. Mi faccia sapere.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio