L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Eccessi alimentari e punizioni

Nome: Sofia
Età del bambino:
Sesso:
Comune: Campoformido
Area tematica: Educazione
Domanda: Buongiorno, mia figlia è in sovrappeso per cui cerchiamo di farle mangiare cose sane ma ogni tanto le concediamo anche degli sfizi. Da 2 settimane abbiamo scoperto che ruba il cibo dalla dispensa o dal frigo, tutto ciò che trova anche il burro! Messa alle strette ha ammesso tutto la settimana scorsa. Ne abbiamo parlato a lungo con lei che dice di aprire il frigo solo per prendere l'acqua per poi invece ritrovarsi a mangiare qualsiasi cosa. Con la minaccia di togliere l'unica cosa che ama ossia l'equitazione abbiamo concordato che nel momento in cui ha fame deve chiedere il permesso prima di prendere il cibo da sola. Oggi la cosa si è ripetuta 2 volte e non sappiamo come comportarci. Dobbiamo punirla o continuare a parlare?
dott. federico mordenti pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott. Federico Mordenti

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Cara mamma Paola, le parole “concessione”, “rubare”, “minacciare”, “punizione” non dovrebbero mai associarsi ai comportamenti alimentari, specialmente quelli in evoluzione di una bambina di 9 anni. La comunicazione è fondamentale e non può passare un messaggio di ipercontrollo punitivo quanto, piuttosto, quello di collaborazione e supporto per aiutarla a superare un momento difficile. Il cibo in questa fase sembra svolgere per Sofia un ruolo compensatorio e consolatorio che andrebbe meglio compreso. In verità questo tipo di comportamento ha anche una componente imitativa, non è pertanto da escludersi che altri membri della famiglia attuino modalità similari. La preclusione totale degli alimenti desiderati non fa che amplificarne il fascino in un meccanismo di restrizione/disinibizione. In casa non devono essere presenti alimenti non sani, cibo spazzatura e merendine, mentre a tavola andrebbe strutturato un pasto completo, nelle giuste quantità, di primo piatto condito con verdure con un secondo, contorno e frutta. Bisognerebbe distrarre Sofia con impegni che la gratificano, sport e attività informali fisiche e artistiche, che tengano la bambina non solo più impegnata (la noia porta a mangiare, come il vedere molta televisione) ma anche più soddisfatta di sé e delle proprie giornate. Buona crescita.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio