L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Educazione alimentare: i principi del mangiar sano

Nome:
Età del bambino: 3 e 5 anni
Sesso:
Comune:
Area tematica: Educazione
Domanda: I miei bimbi vengono allevati da una tata. Non potendomi occupare direttamente della loro alimentazione, vorrei sapere come si costruisce un menù equilibrato per poter fornire loro un’educazione alimentare sana e bilanciata. Grazie in anticipo.
marina-cammisa pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott.ssa Marina Cammisa

Pediatra

Caro Fabio, mi fa piacere che lei ritenga importante e fondamentale l’educazione alimentare dei suoi figli essendo consapevole che, non potendo occuparsene direttamente, dovrà dare delle indicazioni a chi se ne occupa.

Tre sono i punti fondamentali per una corretta alimentazione: varietà, equilibrio e moderazione.

Dunque divida la giornata alimentare dei suoi bimbi in 5 pasti: colazione, che è e resta un pasto fondamentale soprattutto in età pediatrica, spuntino di metà mattino e del pomeriggio, pranzo e cena. A pranzo e cena i suoi bambini dovranno assumere carboidrati (pane, pasta, riso o altri cereali), proteine (3-4 volte a settimana carne, 3-4 volte a settimana pesce, 3-4 volte a settimana legumi, 1-2 volte formaggio,1-2 volte uova) ed anche grassi (è preferibile utilizzare olio extravergine di oliva sia per condire a crudo che per cucinare). È anche importantissimo non far mai mancare delle giuste porzioni di frutta e verdure di stagione sia crude che cotte (consideri che le verdure, oltre a costituire un contorno ai pasti principali, possono essere utilizzate anche come spezzafame nell’arco della giornata, qualora ce ne sia bisogno) e fornisca ai suoi bambini le quantità giuste per la loro età. Inoltre, poiché spesso i bambini tendono a preferire sempre le stesse cose, restringendo la gamma delle scelte alimentari possibili, faccia in modo che nella scelta dei cereali, delle carni, dei pesci, della verdura e della frutta ci sia, nell’arco della settimana, grande varietà, in modo tale da abituarli in modo graduale a mangiare di tutto. Vedrà che seguendo questi piccoli consigli i suoi bambini riusciranno a prendere dal cibo tutto ciò che serve loro per crescere sani.

Aggiungo un’ultima cosa: è importante che in casa tutti mangino le stesse cose: casa, in fondo, non è un ristorante! E che, ogni qual volta ciò è possibile, si mangi tutti assieme. Questi consigli non sono strettamente nutrizionali, come vede, ma toccano gli aspetti fondamentali dell’alimentazione, che includono sì il nutrirsi, ma anche il condividere il cibo, il passare del tempo assieme, il gustare insieme le gioie della tavola.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio