L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Fame serale ridotta

Nome: Giada
Età del bambino: 8 mesi
Sesso: femmina
Comune: Milano
Area tematica: Altro
Domanda: Buonasera dottoressa, sono Federica mamma di una bimba di otto mesi e mezzo. Ho un problema relativo alla cena. Federica non ha ancora un dentino ma un'abbondante salivazione e gengive gonfie e la settimana scorsa ha avuto la sesta malattia. È da tre sere che a cena mangia veramente poco. A colazione le do il mio latte e un omogeneizzato di frutta a metà mattina. A pranzo 2/3 cucchiai di pasta, riso o creme, mezzo omogeneizzato di carne o pesce oppure formaggio, brodo e verdure. Merenda con uno yogurt a metà pomeriggio e la sera ripropongo più o meno il pranzo. Mi chiedo perché solo di sera? Grazie mille.
dott. federico mordenti pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott. Federico Mordenti

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Cara mamma Federica, iniziamo con il dire che i ritmi dell’appetito sono legati ad assetti ormonali, climatici, di luce, costituzionali, comportamentali ed emotivi e possono pertanto, stante la loro complessa genesi, modificarsi anche repentinamente. Sebbene 3 giorni di inappetenza serale non debbano destare alcuna preoccupazione, deve sapere che non è infrequente che la sera i bambini siano più nervosi o stanchi e quindi Giada potrebbe essere meno incline a sopportare i fastidi legati alla prossima eruzione dentale. Detto ciò, per ovviare il problema consiglio di anticipare di una mezz’ora o più l’orario della cena e di invertire gli spuntini assumendo la frutta, più digeribile, a metà pomeriggio e lo yogurt al mattino. Buona crescita.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio