L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Gusto selettivo

Nome: Gabriele
Età del bambino: 4 anni 8 mesi
Sesso: maschio
Comune: Sassari
Area tematica: Disturbi dell’alimentazione
Domanda: Mio figlio ha 4 anni e 8 mesi mangia solo polpette, bastoncini, crocchette, cotoletta tutto solo ed esclusivamente al forno!!! dolci, latte, biscotti e merendine. Esclude tutti i cibi unti di olio e salse varie, sugo ecc... non mangia pasta di nessun genere, carne in padella oppure al forno, verdure e frutta... Qualcuno ha mai avuto problemi simili? Oppure mi sapete dare consigli utili? Mi sono rivolto ai migliori specialisti della mia zona ma nessuno mi sa dare una mano.
marina-cammisa pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott.ssa Marina Cammisa

Pediatra

Gentile Alberto, in realtà sono tantissimi coloro che condividono la sua situazione e hanno “problemi simili”, guardi nel nostro sito tutte le risposte che abbiamo già dato su questo argomento ad altri genitori. Pur differenziando le preferenze personali, molti bambini sono molto esclusivi nella scelta degli alimenti, fino alla monotonia. Questo atteggiamento, che a volte può essere transitorio, è spesso frutto della cattiva gestione dell’alimentazione nella famiglia. Un’eccessiva apprensione per quello che il bambino mangia e soprattutto “se” mangia o no, associato a un’offerta quasi esclusiva di alimenti graditi, creano nei bambini la convinzione che possono mangiare quello che vogliono… E così in realtà poi è. Questo è un fenomeno che si osserva solo nei paesi ricchi, ha mai sentito di situazioni simili in paesi dove mangiare è un lusso? Quali soluzioni? Intanto prendere coscienza del fatto che i genitori sono costantemente sotto ricatto, e inoltre:

  1. Fare mangiare i piccoli alla tavola dei grandi senza sostituire i piatti con quelli graditi
  2. Non preoccuparsi se non mangiano, anzi mostrarsi sereni
  3. Farsi aiutare da chi è meno coinvolto: genitori di amici, baby sitter, parenti (non i nonni! …spesso sono più apprensivi dei genitori)
  4. Far partecipare il bambino alla mensa scolastica, anche se mangerà poco o nulla
  5. Farlo stancare molto con il gioco, in modo da stimolarne l’appetito.

Ma soprattutto capire che la varietà alimentare è il miglior modo per assumere tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno e che essere fermi nel non permettere capricci (perché in fondo questo sono) al momento dei pasti è un dovere dei genitori. Mi faccia sapere.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio