L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Ha la pancetta? Attenzione ai dopocena

Nome: Letizia
Età del bambino: Sei anni e mezzo
Sesso: femmina
Comune: Livorno
Area tematica: Le giuste quantità
Domanda: Buonasera dottoressa, le chiedo un sincero parere: mia figlia di sei anni e mezzo è alta 121 cm e pesa kg 25,7 ... E' robusta di corporatura: ha le spalle molto larghe e anche il torace, gambe lunghe e snelle, ma ha la pancetta e le famose maniglie dell'amore... Diciamo che fisicamente somiglia tanto al padre... Pratica sport, ha un sacco d interessi ed è poco sedentaria... Il padre ha avuto problemi di peso in pubertà ed ancora oggi è sempre in guerra con i chili di troppo. Crede che anche la mia bimba abbia qualche chilo in più? E poi... noi stiamo attenti all'alimentazione, io e l'altra figlia siamo magre e avendo avuto il problema contrario, quello della magrezza, per me è difficile gestire Letizia. Lei fa una buona colazione, merenda a scuola, a pranzo ha molta fame, preferisce un bel piatto di pasta bianca e via. Poi a merenda se posso le do cereali o qualche biscotto e poi a cena cerco di farle mangiare le proteine, ma non è facile, perché il pesce non lo vuole e le uova nemmeno, allora faccio degli arrosti, delle piadine con una fetta di prosciutto, hamburger e così via, mentre una volta alla settimana mangia la pizza. Prima di andare a dormire le do uno yogurt o un po' di latte... Se siamo fuori a cena vuole o la pizza o la pasta in bianco. Non mangia schifezze, ma, ovviamente, quando ci sono i compleanni degli amici, mangia un po' di tutto. Frutta tanta in estate e poco in inverno, verdura solo pomodori o legumi tipo pasta e fagioli... Avrebbe una debolezza per i dolci incredibile, ma in casa ne tengo pochi... Il fatto è che la bimba ama proprio le quantità e mangerebbe solo pasta, ma troppa e io a volte non so come gestirla... Che dice dottoressa? Premetto che è una bimba bella, felice e sempre sorridente. Io ho solo paura per il diabete e la salute... O forse sto esagerando?
Ha la pancetta? Attenzione ai dopocena

Dott.ssa Alessandra Piedimonte

Medico Chirurgo esperta in Nutrizione Pediatrica

Cara Francesca grazie per la domanda. Come può vedere anche dal nostro Bimbometro, che le consiglio di usare periodicamente per verificare la situazione, la sua bambina risulta attualmente normopeso; per la precisione, con un BMI di 17,1 kg/m2, che corrisponde all’82° percentile, è nella norma, seppure verso i limiti alti. Bisogna quindi effettivamente prestare un po’ di attenzione in più all’alimentazione della piccola Letizia. Il primo consiglio che mi sento di darle è sicuramente quello di non fissarsi sui “kg di troppo”, perché (a differenza dell’adulto) nei bambini si deve non tanto far perdere peso (se questo è comunque adeguato per un bambino), ma mantenerlo stabile, puntando sulla naturale crescita in altezza. Dunque l’attenzione deve esser posta sulle corrette abitudini alimentari, che tra l’altro giovano a tutta la famiglia (compreso a suo marito e alla sua lotta con i chili in eccesso e alla sorellina con la sua magrezza). Mi permetto di ricordarle comunque che la magrezza non è un problema e quindi non è necessario cambiare menù per la figlia magra.

La prima cosa che andrebbe modificata è il pranzo: lei mi scrive che Letizia mangia in genere solo pasta in bianco, ma – al di là dell’errore di mangiare sempre la stessa cosa – che si intende per “bianco”? Olio? Burro? Parmigiano? E quanto? Cioè, quanta pasta, quanto condimento, quanto parmigiano? Il fatto, poi, di non fare un pasto completo (carboidrati+proteine+verdura+frutta) tende inevitabilmente a saziarla meno, e implica la richiesta di maggiori quantità di pasta da parte della bimba. Considerazioni analoghe sono valide anche per la cena, con l’accortezza di ricordare che, tra l’altro, le quantità dei carboidrati a cena devono essere inferiori rispetto al pranzo: è bene infatti che la cena sia meno calorica del pranzo, dato che dopo si va a dormire e quindi non si consumano molte energie. Per lo stesso motivo dovrebbero essere evitati i dopocena, compresi latte o yogurt. Per cui attenzione anche a questo aspetto… Lo yogurt, poi, essendo comunque un ottimo alimento, le suggerirei di inserirlo come merenda del pomeriggio, alternandolo a biscotti e cereali; merende dove, almeno di tanto in tanto, una piccola macedonia o un frutto singolo potrebbero e dovrebbero rappresentare un’alternativa. Infine, una parola sulle feste degli amichetti: suppongo che non siano quotidiane, e dunque trattiamole come piacevoli eccezioni. Non è lo strappo saltuario alla regola che fa la differenza.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio