L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

I giusti tempi per mangiare

Nome: Simone
Età del bambino:
Sesso:
Comune: Taranto
Area tematica: Le giuste quantità
Domanda: Salve, ho un bimbo di quasi 15 mesi, nato a termine e causa diabete gestazionale ma comunque abbastanza "grosso" (3970gr). Ha preso il mio latte fino ai 4 mesi per poi proseguire con latte formulato. Non ho mai avuto problemi nello svezzamento anzi è sempre stato un bimbo dall’ottimo appetito. È cresciuto sempre un po’ più grosso della media (valori tabelle) adesso pesa intorno ai 13 kg. Beve 250ml di latte di crescita 3 al mattino, pranza con 4 cucchiai d pasta, merenda frullati o yogurt intero, cena con 3 cucchiai di pasta e infine in serata tarda prende altro latte, sui 240. A pranzo e cena l’alimentazione varia settimanalmente con 2 volte carne bianca, 2 volte legumi, 2 volte carne rossa, 2 volte pesce, 1 volta uovo e nelle restanti sono per lo più verdure con formaggi (robiola o solo parmigiano). La mia domanda è se sto sbagliando a dare la pasta anche a cena. Devo anche dire che Simone ha ancora un po’ di difficoltà nel masticare, forse è un po’ pigro, ma dopo che gli do qualcosa a pezzettini a (prosciutto, pollo pesce ecc) si stanca e non vuol mangiare. Di conseguenza frulliamo tutto unendolo alla pastina, e così mangia. Frutta a pezzetti non ne vuole affatto, infatti vado di frullatoni proprio perché a fine pranzo e a fine cena addenta appena appena qualche pezzetto di pera o di arancia ma niente di più. Io ci sto provando a farlo mangiare a pezzetti ma il risultato è ancora scarso. Nel frattempo è giusto dare pastina a pranzo e cena con relativi passati? Appena sente un pezzetto più grosso del dovuto lo sputa. Le porzioni sono corrette? Dovrei dare altro? Grazie in anticipo
marina-cammisa pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott.ssa Marina Cammisa

Pediatra

Gentile Silvia, 30 g di pasta a pranzo e cena sono la giusta quantità per un bambino di 1 anno e mezzo. Per il resto non mi preoccuperei del fatto che si “stanca di mangiare”, infatti anche questo è un allenamento e se lei ogni volta glielo risparmia, non fa che impedirgli di imparare. I “frullatoni” e le “pappone tutto insieme” sono gli espedienti che utilizzano i genitori perché i piccoli mangino tutto ed in fretta, senza pensare che così non riconoscono i sapori e le consistenze e non controllano neanche il loro grado di appetito. Separare il primo dal secondo e rispettare i tempi di Simone all’inizio comporterà che mangi meno, ma questo non la deve scoraggiare: il risultato sarà che il bambino imparerà a gestire meglio sia la fame che i vari alimenti. Ci provi e poi mi faccia sapere.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio