L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

I No che NON contano

Nome:
Età del bambino:
Sesso:
Comune: Brugherio
Area tematica: Sano sviluppo
Domanda: Buonasera, Vittoria ha 9 mesi! Fin dall’inizio dello svezzamento si è dimostrata una “buona forchetta”. È da circa 5 giorni che fa fatica a digerire anche l’acqua; subito dopo averla bevuta fa un piccolo rigurgito e quindi ha deciso di evitare ogni alimento eccetto formaggio grana e uno spicchio d’arancia! Ogni cosa è no! Ho smesso di allattarla da circa 2 mesi senza alcuna fatica! Ma non ha mai gradito il latte artificiale, e in sostituzione a questo dovrebbe mangiare lo yogurt; dico dovrebbe perché anche questo è un NO! È già il momento dei NO! O si insidia un problema? Sono disperata!
I No che NON contano

Dott.ssa Maria Anna Tomaselli

Dietista

cara signora, direi che il problema che sta nascendo può diventare un grosso problema solo se lo vuole lei. Tutti i bambini del mondo attraversano fasi transitorie di inappetenza, ma se le loro mamme continuassero ad accontentarli, saremmo pieni di gente che mangia solo uno o due tipi di alimenti. Per fortuna questo non succede, e non deve succedere neanche con Vittoria. L’inappetenza o la preferenza per un cibo è una fase transitoria che non deve diventare permanente, né si può sperare che accada il miracolo dopo che per anni si è accontentato il proprio figlio. Vittoria ha solo 9 mesi, è giusto ascoltare il suo NO, ma è doveroso da parte di un genitore capire cosa è successo, accontentare la bambina per un paio di giorni se è stata male (febbre, raffreddore, eruzione dentaria …) e poi passare ad un’alimentazione più sana che la faccia crescere in salute. Inoltre se ha un problema di rigurgito, il formaggio stagionato e l’arancia sono gli alimenti meno indicati. È probabile che sua figlia abbia avuto una lieve forma di gastroenterite molto diffusa in questo periodo invernale. Semplicemente smetta di darle solo il formaggio e lo spicchio di arancia e riprenda a proporle un’alimentazione sana e variata. Magari Vittoria non mangerà per un giorno o due (ed in tal caso non esiste alcun rischio per la sua salute) ma la fame le farà tornare la volontà di mangiare cibi diversi e lei non si senta cattiva nel fare ciò, perché lo fa solo nell’interesse di sua figlia.

La sua piccolina dice NO, ma non conosce le conseguenze del suo no sulla sua salute.  A 9 mesi Vittoria non può decidere. Come potrebbe? Ha solo 9 mesi … e quante parole conosce?… non mi dica solo una … NO!!!

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio