L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Il distacco dal seno? Difficile ma necessario

Nome: Anita
Età del bambino:
Sesso:
Comune: Milano
Area tematica: Allattamento e divezzamento
Domanda: Buonasera, mi rivolgo a voi perché sono molto scoraggiata. Sono nonna di Anita, di 13 mesi, e non siamo ancora riusciti a svezzarla. È allattata al seno da mia figlia e, a parte dei cracker e un po' di yogurt, non vuole altro. Abbiamo iniziato a cinque mesi con la frutta e poi con le pappe, un insuccesso. Abbiamo provato con l'auto svezzamento. Niente da fare. Sono molto preoccupata. Anita pesa 9 kg ed è alta 72 cm, uno scricciolo. È molto sveglia ed è una bambina felice, tranne quando deve mangiare. Forzarla è impossibile, chiude la bocca e piange. Temo per la sua crescita. Ho pensato che forse sarebbe meglio toglierle il seno, ma non beve il latte vaccino e non vuole biberon. È una situazione difficile e tutti dicono, compresi i medici, che prima o poi mangerà. Grazie mille e cordiali saluti
Il distacco dal seno? Difficile ma necessario

Dott.ssa Alessandra Piedimonte

Medico Chirurgo esperta in Nutrizione Pediatrica

Cara Franca, è certo che ad un anno Anita ha assoluto bisogno di introdurre l’alimentazione complementare, pur mantenendo il latte materno (se mamma vuole mantenere l’allattamento). Questo ha di sicuro un fondamento fisiologico, poiché ad 1 anno i fabbisogni di vari nutrienti (minerali, vitamine, proteine, etc.) sono maggiori e non vengono più garantiti dal solo latte materno (anche se la nutrice attua una corretta alimentazione). Questo ad esempio può essere già evidenziato dalla ridotta crescita di Anita, che come potrà lei stessa verificare con il nostro Crescibimbo si assesta tra il 3° e il 15° percentile. Inoltre, anche dal punto di vista psicologico, mantenendo un allattamento esclusivo al seno a questa età non si riesce ad avere la auspicabile “rottura” della diade madre-bambino, che ne garantisce un adeguato sviluppo psicologico e una accettazione anche nel futuro di una naturale individualità. Di sicuro in tutto ciò è molto importante la consapevolezza e la volontà materna, per cui le consiglio di far leggere quanto scritto a sua figlia ed eventualmente cercare di supportarla, soprattutto all’inizio, in questo difficile, ma necessario, percorso di “distacco”. Per ulteriori dubbi contattateci nuovamente.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio