L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Il giusto fabbisogno di calcio

Nome:
Età del bambino: 4 anni
Sesso: femmina
Comune:
Area tematica: Educazione
Domanda: La mia bimba frequenta il 2° anno di asilo e a dire delle maestre mangia tutto a volte con il bis…mentre quando si mangia a casa si litiga sempre. Ammetto di prestare molta attenzione alla sua alimentazione, visto che sia nell’allattamento che nello svezzamento ci sono stati problemi. La bambina ha un’allergia ai pinoli (shock anafilattico) e intolleranza al pomodoro (con forte arrossamento agli angoli della bocca e saltuari tagli, un dermatologo ha diagnosticato Chielite). Non beve latte e, come formaggio, vuole solo il grana padano. Quanto formaggio devo darle per coprire il fabbisogno giornaliero? Quali sono i più validi tra gli yogurt con apporto di calcio?
Il giusto fabbisogno di calcio

Dott.ssa Assunta Martina Caiazzo

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Capisco che i problemi avuti durante l’allattamento e lo svezzamento della sua bambina hanno determinato in lei una eccessiva attenzione per la sua alimentazione, aggravata anche dalle allergie e intolleranze di cui soffre. Ma forse è arrivato il momento, avendo la sua bambina ormai 4 anni, di allentare un po’ la corda perché la lotta sul cibo crea soltanto ansie che si ripercuotono sulle scelte e sulle modalità di comportamento alimentari della sua bimba. A sostegno di ciò, come lei stessa dice, all’asilo al momento del pasto è tutto tranquillo perché lì l’attenzione dell’adulto presente è rivolta in parti uguali a tutti i piccoli commensali. Il calcio è sicuramente presente nel grana ma potrà fornirlo alla sua bimba come secondo piatto un paio di volte a settimana mentre come condimento del primo piatto, quando è previsto un secondo piatto, potrà utilizzarne mezzo cucchiaino circa: è chiaro dunque che non è possibile coprire il fabbisogno di calcio con il solo grana/parmigiano. Una buona alternativa al latte potrebbe derivare dallo yogurt parzialmente scremato anche alla frutta che potrà offrire alla sua bimba sia a colazione che a merenda eventualmente insieme a dei “cereali per colazione”, quelli in commercio generalmente sono fortificati con calcio. Inoltre potrebbe far consumare alla sua bimba un’acqua ricca in calcio. I prodotti lattieri (come lo yogurt) arricchiti in calcio sono sicuramente delle fonti aggiuntive assolutamente valide. E poi non dimentichi i gelati, e anche – seppure non come unica alternativa – i dessert a base di latte (di cui esistono versioni arricchite in calcio). Vedrà che mettendo insieme questi vari accorgimenti, ed altri che, sono sicura, le potranno venire in mente, la sua bimba riuscirà a raggiungere la quota di calcio che le serve per crescere sana.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio