L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Il mio bambino non mangia: che fare?

Nome: Genny
Età del bambino: 28 mesi
Sesso: maschio
Comune:
Area tematica: Educazione
Domanda: Da qualche settimana incomincia a rifiutare tutto a partire dal latte. Prima mangiava volentieri anche se non riesce a masticare bene perche è pigro. Cosa posso fare?
Il mio bambino non mangia: che fare?

Dott.ssa Assunta Martina Caiazzo

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Cara mamma, anche ai bambini può capitare che – per i più svariati motivi, organici e non – attraversino dei periodi nei quali hanno meno fame del solito e mangiano malvolentieri anche alimenti a loro graditi. Cosa fare: innanzitutto non farsi prendere dall’ansia che inevitabilmente si trasmette anche ai nostri piccolini trasformando ogni pasto in un inutile braccio di ferro che non porta né vincitori né vinti, ma solo tanta rabbia e stanchezza da entrambe le parti e poi cercare di mantenere dei ritmi regolari evitando, cosa che purtroppo succede frequentemente, di dare qualunque tipo di alimento e in qualunque momento della giornata purché il nostro piccolino mangi. Questo errore, figlio della preoccupazione eccessiva, porta inevitabilmente a far sì che il bambino saziato dai continui fuori pasto non mangi ai pasti e acquisisca delle cattive abitudini alimentari sia per la qualità che per la quantità di cibo che, una volta risolto il momento di inappetenza, sarà difficile fargli perdere..

Continui dunque a mettere a tavola il suo piccolino dandogli possibilmente i medesimi alimenti del resto della famiglia e lo inviti a mangiare le sue porzioni aiutandosi eventualmente con favolette e canzoncine legate al cibo che sta mangiando; se si rifiuta di mangiare in modo ostinato, serenamente lo rimandi al pasto successivo conscia del fatto che è una situazione transitoria che con pazienza e serenità si risolverà al più presto.

Per approfondire l’argomento può leggere l’articolo della dottoressa Cammisa sulla disappetenza transitoria e consultare due mie precedenti risposte su come riconoscere l’inappetenza e su come comportarsi di fronte al rifiuto del cibo.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio