L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Il “poco” è relativo

Nome: Patrizia
Età del bambino: 14 mesi
Sesso: femmina
Comune: Milano
Area tematica: Sano sviluppo
Domanda: Dott.ssa buongiorno, sono la mamma disperata di una bimba di 14 mesi, bella e inappetente.Mia figlia viene allattata al seno la mattina e la sera (fino a un mese fa anche durante il giorno a richiesta, ma ora sto evitando con la speranza che mangi di più durante il giorno). Ora pesa 9,3 kg ed è lunga 78 cm. E' una bimba quindi magra (forse di costituzione? Nata a 42 settimane di 2,950 kg).Fino a sei mesi ha avuto una buona crescita, da quando abbiamo iniziato lo svezzamento una vera tragedia con aumento di peso quasi nullo.Cerco di proporle diversi cibi, poca carne tanti passati di verdure, minestroni, pesce, frutta ma il risultato è sempre lo stesso: mangia poco. Sono davvero preoccupata e non so come comportarmi.Mi dicono che i bimbi si autoregolano con il cibo: ma possibile che mia figlia possa crescere con due poppate di latte e tre o quattro cucchiai di pasta con qualcosa a pranzo e cena?Non accetta biberon e di conseguenza non beve latte di formula o vaccino o qualunque altra cosa che non sia il mio latte.Devo smettere di allattarla? Mangerà prima o poi? Aumenterà di peso? Le faccio regolarmente cicli di pappa reale con scarsi risultati.Una mamma preoccupata.
Il “poco” è relativo

Dott.ssa Alessandra Piedimonte

Medico Chirurgo esperta in Nutrizione Pediatrica

Cara Giovanna, per noi mamme è quasi fisiologico credere che i nostri bambini non si nutrano in maniera adeguata, ma in realtà in base alle misure da lei inviate la sua bambina non risulta trovarsi in un percentile patologicamente basso né per quanto riguarda il peso (tanto più considerando il suo peso alla nascita), né per quanto riguarda l’altezza (come potrà lei stessa controllare tramite il nostro strumento di misurazione). Discorso diverso è se invece, in base alle misurazioni che lei possiede, dalla nascita ad oggi la sua bambina avesse modificato il suo trend di crescita. In questo caso sarebbe bene saper in quale momento ci sia stata questa modifica ed eventualmente se contemporaneamente si sia verificato un evento che possa spiegarla. In questo caso le consiglio di parlarne con il suo pediatra. In ogni caso mantenere il latte di mamma al mattino e la sera è assolutamente consigliabile, tanto più che anche l’OMS indica come auspicabile mantenere l’allattamento materno fino ai 2 anni, ma certo questo non può sostituire i pasti canonici (pranzo, cena e le due merende) poiché a questa età il latte materno non garantisce tutti i nutrienti di cui Patrizia necessita. Lei mi parla di “poca carne” ma quant’è questo “poco”? calcoli che per una bambina di questa età porzioni adeguate si aggirano intorno ai 20 g. Inoltre 2-3 cucchiai di pasta sono più che sufficienti a 14 mesi. Infine è certo che i bambini si autoregolano per cui l’importante è che mantengano le loro curve di crescita e soprattutto ricordi che si cresce un po’ a scalini: a volte più in peso, altre più in lunghezza. In ogni caso se volesse inviarci delle indicazioni quantitative più dettagliate saremmo felici di indicarle eventuali “errori” in eccesso o in difetto. Per cui non esiti a ricontattarci.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio