L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Il rigurgito, come trattarlo

Nome: Rosario
Età del bambino: 2 anni e 8 mesi
Sesso: Maschio
Comune:
Area tematica: Le giuste quantità
Domanda: Mio figlio pesa 18 kg, ma non mangia molto e ha il problema del rigurgito facile. Vomita facilmente, e non so come comportarmi. Per il resto rifiuta il latte e a cena niente carne né pesce. Vorrei sapere di quante calorie giornaliere ha bisogno un bambino della sua età, e se il suo peso è nella media.
Il rigurgito, come trattarlo

Dott.ssa Assunta Martina Caiazzo

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Mi stupisce un po’ la sua impressione che Rosario non mangi molto, dato che ha un peso sopra il 95° percentile, cioè pesa decisamente troppo per la sua età. Lei mi riferisce la sua preoccupazione perché rigurgita e vomita facilmente: non è che per caso rigurgita o vomita perché mangia in realtà più di quel che dovrebbe? Avete già verificato col pediatra che le quantità di cibi che gli offrite non siano esagerate? Se, fatta questa verifica, risultasse che ciò che mangia è nelle quantità giuste per la sua età, allora i facili vomiti potrebbero essere dovuti ad un reflusso gastroe-esofageo, nel qual caso le consiglio di rivolgersi ad un gastroenterologo pediatra che possa valutare la situazione e darle le indicazioni comportamentali e gli eventuali farmaci che possano eliminare il sintomo. Ciò che però posso già dirle è che, in caso di reflusso gastro-esofageo, l’eccesso di peso non migliora sicuramente la situazione.

D’altra parte, il peso eccessivo associato alla sua sensazione opposta che il bambino non mangi molto potrebbe invece derivare da un eccesso di fuori-pasto, come capita assai di frequente anche per bambini più grandi e adulti: le assicuro che tutti noi facciamo sempre molta attenzione alle quantità che i nostri piccolini consumano ai pasti principali, ma non riusciamo a quantificare correttamente quello che mangiano durante il resto della giornata (ad esempio i vari pezzettini di pane o pizza, gli snack dolci o salati), e che magari gli offriamo volentieri proprio perché ci sembra che mangino poco.

Quanto ai cibi che Rosario non gradisce, pensi alle possibili sostituzioni: ad esempio il latte potrebbe provare a sostituirlo con dello yogurt alla frutta, accompagnato da un solo biscottino a colazione, e invece da solo a merenda del pomeriggio, approfitto per ricordarle che all’età del suo Rosario non è più necessario offrire del latte prima di dormire. Una buona alternativa alla carne poi possono essere i legumi, che può offrire al suo piccolino anche 3-4 volte a settimana insieme a una quantità modesta (30 gr.) di pasta o pane. Infine, non si dia per vinta e continui a proporre al suo Rosario cibi a lui al momento non graditi, perché i suoi gusti si evolvono e vedrà che pian pianino accetterà anche cibi che oggi rifiuta.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio