L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Iperattività: provare a ridurre grassi e zuccheri

Nome: Filomena
Età del bambino: 6 anni
Sesso: femmina
Comune:
Area tematica: Altro
Domanda: Mia figlia è perennemente agitata. Ho chiesto alla sua pediatra di farle fare una visita specialistica per capire se è un problema di AHDH oppure no, ma si è rifiutata dicendo che è tutto riconducibile all’alimentazione. Mi ha consigliato di togliere molti alimenti dalla sua dieta dicendo che la AHDH non esiste e che tutto si risolverà con una dieta praticamente a vita!
dott. federico mordenti pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott. Federico Mordenti

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Immagino intenda l’ADHD ovvero il “disturbo da deficit d’attenzione ed iperattività”, che è quel disturbo del comportamento caratterizzato da inattenzione, impulsività e iperattività motoria che rende difficoltoso il normale sviluppo e l’integrazione sociale e scolastica dei bambini. Si tratta in effetti di un disturbo complesso e la sua pediatra prima di sconsigliarle una visita specialistica avrà sicuramente valutato se i molti comportamenti tipici della sindrome siano e in quale misura presenti nella sua bimba. Rispetto alla dieta non so a cosa in particolare si riferisca. Vi sono numerose teorie nutrizionali per la cura della ADHD come per esempio l’uso di grassi polinsaturi o la soppressione degli zuccheri semplici, ma in generale nei bimbi, in funzione dell’età, sono sconsigliati alimenti che possiedono un certo effetto eccitante come le bibite a base di cola, la cioccolata o il caffè.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio