L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

La corretta alimentazione va proposta dalla famiglia

Nome: Serena
Età del bambino:
Sesso:
Comune: Ciriè
Area tematica: Educazione
Domanda: Buongiorno, sono la mamma di una bimba di 6 anni alta 118 cm per 28,6 kg. Credo sia alla soglia del sovrappeso/obesità. La piccola salta quasi del tutto la colazione, oppure durante la settimana vuoi per mancanza di tempo vuoi perché non abbiamo mai insistito, mangia biscotti, merendine, barrette al cioccolato. All'asilo e in mensa mangia sempre tutto. A cena purtroppo avendo io poco tempo a disposizione mangia prevalentemente pasta, hamburger o piadina, insomma non troppo sano. Va a nuoto una volta a settimana. La mia domanda è: come posso convincerla a migliorare l'alimentazione ? Grazie
La corretta alimentazione va proposta dalla famiglia

Dott.ssa Alessandra Piedimonte

Medico Chirurgo esperta in Nutrizione Pediatrica

Cara Roberta a 6 anni fortunatamente non c’è molto bisogno di un’opera di convincimento del bambino, ma piuttosto di un impegno da parte di tutti coloro che si occupano della sua alimentazione a cercare di far in modo che i cibi proposti e il frazionamento dei pasti sia salutare sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo. L’alimentazione è questione anche di abitudine. Inizialmente è possibile che Serena faccia un po’ di resistenza al cambiamento e questo è assolutamente normale data l’età, e dato che finora – come lei stessa dice – i ritmi di vita l’hanno costretta a delle soluzioni veloci, di ripiego. Per cercare di tornare ad una sana alimentazione direi di partire innanzitutto dalla colazione, magari cercando di svegliare Serena qualche minuto prima al mattino, in modo che non si debba fare tutto di corsa e che anche il suo appetito aumenti. La colazione è bene che sia completa, poiché è uno dei pasti fondamentali della giornata e dovrebbe prevedere una parte liquida (latte, yogurt, the deteinato senza zucchero aggiunto, spremuta di arancia, ecc.) e una parte solida (anche 2-3 biscotti vanno bene – da preferire quelli secchi – che volendo potrebbe mangiare nel tragitto casa-scuola). Il fatto che a scuola mangi tutto è molto positivo di per sé, l’importante è che eviti i bis. E per quanto riguarda la cena a casa, anche se il tempo per la preparazione è poco, dovrebbe cercare di garantirle un pasto completo, dunque che contenga soprattutto delle verdure (tal quali o passate) oltre ad una fonte di proteine e a un po’ di carboidrati, sempre senza eccedere nelle quantità. Senza voler colpevolizzare nessuno, ricordi che le buone abitudini, anche alimentari, vanno insegnate ai bambini in primis dalla famiglia, un po’ come l’insegnante insegna la storia o la geografia a scuola. Per ulteriori dubbi ci contatti nuovamente.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio