L'impegno di Coop Equipe Medica
×

L'esperto risponde

La cura “dell’ex piccola di casa”

Nome: Elena Pia
Età del bambino:
Sesso:
Comune: San Giovanni Rotondo
Area tematica: Altro
Domanda: Salve sono mamma di tre bambine, rispettivamente di 8, 3 anni e l'ultima di otto mesi. Da qualche settimana siamo molto preoccupati perché la secondogenita ha cominciato la scuola dell'infanzia, molto entusiasta e sempre contenta di andare all'asilo. Dal 2 ottobre è cominciata la mensa, il primo giorno ha mangiato solo un po’ di primo e da allora più nulla, usciva da scuola e pranzava a casa alle 15. Adesso da una settimana quando rientra non tocca cibo "sano” ma vorrebbe solo dolci che io non concedo più. Mangia solo latte e biscotti nel biberon la mattina e la sera, quando rientra dall'asilo digiuna e stanca va a dormire, della volte ha mangiato volentieri la frutta. La cosa più preoccupante è che in mensa col piatto davanti si intristisce e comincia a piangere, o vomitare. Adesso non so più cosa fare e quali sono i motivi, se perché ha cominciato l'asilo, oppure perché c'è la sorellina piccola. Devo rivolgermi a uno specialista? Quale? Grazie anticipatamente a chi mi risponderà
mordenti_s

Dott. Federico Mordenti

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Cara mamma Francesca, sicuramente può rivolgersi al suo pediatra per tranquillizzarsi sullo stato generale di salute della bambina ma al momento non c’è indicazione per uno specialista vista la recente insorgenza del problema e il quadro così chiaro che ci ha esposto. Elena era la piccola di casa fino ad otto mesi fa, e proprio ora che aveva iniziato a percepire la reale e ovviamente ingombrante presenza della sorella (prima solo un innocuo lattantino) deve tornare a scuola e anche mangiare lontano dalla mamma che è invece tutta dedicata all’ “intrusa”: come la vede letta così? e la soluzione qual è? “Non mangio più così mamma mi dà tante attenzioni e poi sai cosa…mica solo la mia sorellina può usare il biberon…ora anche io lo rivoglio!” (ammesso che avesse smesso di usarlo!). Solitamente l’approccio più efficace per rilassare gli animi è far percepire alla ex piccola di casa (nonché ora “bimba sandwich”) che la nuova arrivata riceve sì molte attenzioni ma ne riceve di migliori Elena in quanto è più grande e può fare più cose, può stare con la mamma in modo più divertente. Coinvolgetela in attività più da grande, nel preparare la cena per esempio o nel cambiare il pannolino alla piccola “rompiscatole” o a fare una bella passeggiata a due con la mamma. Vedrete così che bere dal biberon non sarà più così interessante e l’asilo tornerà ad essere un luogo felice. Buona crescita.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMAZIONE SULLA PRIVACY

campo obbligatorio