L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

La mia bambina dopo un’influenza non vuole più mangiare

Nome: Noemi
Età del bambino: 2 anni
Sesso: femmina
Comune:
Area tematica: Educazione
Domanda: Salve, mia figlia ha 2 anni e pesa 9 kg. E' stata sempre restia con il cibo, da poco ha avuto una brutta influenza e ha ancora il raffreddore ma non disdegna biscotti e latte ma al pranzo e alla cena non vuole nulla, né carne né pasta: urla e mi sposta il cucchiaino, se la faccio mangiare sola è lo stesso dice che non lo vuole e butta tutto in aria e nemmeno lo assaggia. Non so come fare, al momento cerco di mettere tutto nella bottiglietta per nutrirla come posso ma non riesco a capirne il motivo. Da due giorni le sto dando la pappa lattea su suggerimento della pediatra ma sembra non servire a nulla. Grazie per l'aiuto
La mia bambina dopo un’influenza non vuole più mangiare

Dott.ssa Alessandra Piedimonte

Medico Chirurgo esperta in Nutrizione Pediatrica

Cara Simona, il fatto che Noemi non disdegni biscotti e latte, mentre tende a rifiutare i pasti canonici ci indica che di sicuro la sua è una bimba molto determinata che gradisce alcuni tipi di alimenti rispetto ad altri e vorrebbe mangiare esclusivamente quello che piace a lei. Purtroppo, ovviamente, questo non è possibile come lei di sicuro saprà, soprattutto per un discorso di necessità di alcune sostanze contenute in alcuni tipi di alimenti che permettono ad un organismo in crescita, come Noemi, di crescere in maniera sana ed equilibrata, senza alcun deficit nutrizionale. Il fatto di proporle il pasto “in bottiglia” non è di certo un buon metodo per far si che Noemi accetti i pasti… D’altronde immagini: un pasto tutto mischiato e posto in una bottiglia che sapore potrà amai avere? E inoltre quale colore e quale odore avrà? Ricordiamoci che l’alimentazione non è solo gusto, ma anche colori e sensazioni olfattive che ci fanno apprezzare o meno il pasto. Per cui il mio consiglio è di tornare ad una alimentazione adatta all’età di Noemi, con porzioni adeguate, evitando invece di cercare escamotage per farle gradire un pasto che probabilmente porterà solo ad un effetto contrario. Cerchi inoltre di non compensare ai suoi rifiuti con alimenti alternativi, non ugualmente nutrienti.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio