L'impegno di Coop Equipe Medica
×

L'esperto risponde

L’anginofobia, ovvero la paura di soffocare

Nome: Lucia
Età del bambino:
Sesso:
Comune: Carpenedolo
Area tematica: Altro
Domanda: Buonasera, la mia bambina ha 5 anni e circa dieci giorni fa ha messo in bocca un corallino di un braccialetto che era sfuggito all’aspirapolvere. Le è andato di traverso ma poi per fortuna è uscito. Si è spaventa ma apparentemente sembrava passato. A distanza di dieci giorni dice di aver paura a inghiottire e beve solo cose liquide e mangia solo yogurt però ogni tanto se è sovrappensiero mangia i grissini. Vorrebbe che le facessi solo brodo e omogeneizzati. Cosa devo fare? Le passerà? Grazie
mordenti_s

Dott. Federico Mordenti

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Cara mamma Ramona, Lucia sta presentando una condizione detta anginofobia o paura del soffocamento che può talvolta strutturarsi dopo un evento traumatico come quello che ci descrive. Il fatto poi che non sia emersa immediatamente è pure normale, solitamente la selezione e la riduzione degli alimenti assunti è graduale. All’età di Lucia si può sicuramente provare a rassicurarla con il ragionamento ma in verità la fobia è di per sé irrazionale e pertanto è più efficace provare con offerte di alimenti a consistenze gradualmente maggiori, invitando la bimba a masticare bene. Gradualmente comprenderà che non succede nulla e ritroverà con un po’ di pazienza la serenità persa. Ovviamente così come spero siate stati controllati nelle vostre reazioni al momento del problema con il braccialetto, allo stesso modo dovreste essere sereni nel proporre nuovi cibi alla bambina. Valuti come evolve la situazione, nel caso non vi fossero miglioramenti andrà presa in considerazione una sia pur breve terapia psicologica di tipo cognitivo-comportamentale. Ci tenga aggiornati.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMAZIONE SULLA PRIVACY

campo obbligatorio