L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

L’angoscia di mangiare

Nome: Matteo
Età del bambino:
Sesso:
Comune: Pistoia
Area tematica: Disturbi dell’alimentazione
Domanda: Salve, mio figlio ha 2 anni e 8 mesi, pesa 11kg e non mangia nulla se non latte con i biscotti! L'abbiamo iscritto al nido e grazie a questo dopo tanti mesi siamo passati dal latte alla pasta in bianco con olio e un po’ di formaggio tutti i giorni. Il problema ora si è ribloccato "grazie" a una brutta gastroenterite e oltre a essere sceso di tanto peso non mangia nulla se non latte! Come possiamo fare? L'abbiamo lasciato tanto a digiuno, ma è uno scricciolo e non vorrei che dimagrisse ancora. Grazie
marina-cammisa pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott.ssa Marina Cammisa

Pediatra

Gentile Simone, molte delle lettere che ci arrivano esprimono la stessa preoccupazione ed impotenza nei confronti di una disappetenza di cui non si capisce la causa. Se segue la nostra corrispondenza saprà già che non abbiamo risposte esaustive o illuminanti, ma cerchiamo di essere vicini alle famiglie. Infatti l’alimentazione è parte fondamentale delle relazioni familiari, si mangia più volte al giorno, tutti i giorni. Inoltre soprattutto le madri attraverso il cibo pensano di dare ai figli se stesse, per cui il rifiuto del cibo viene sentito e vissuto come una negazione delle capacità di accudimento da parte di mamma. La grande quantità di alimenti di cui disponiamo, poi, ha fatto sì che il cibo non si associ più alla nutrizione pura e semplice, a cui non c’è individuo che si sottragga per sopravvivere, ma disorienta le scelte dei bambini “dimmi ciò che vuoi e lo preparo”, che spegne ogni loro desiderio. Tutto questo per dire che dovete fidarvi dell’inserimento del piccolo alla mensa scolastica, dovete creare un clima sereno alla vostra tavola a cui il piccolo può ormai partecipare, dovete invitare amichetti, nonni, cugini e vicini con cui dividere il pasto, dovete permettergli di usare le mani nel piatto, in modo che Matteo e voi stessi possiate staccarvi dal senso di angoscia che vi attanaglia ogni volta che avete a che fare con il cibo. Ma soprattutto, non dovete cedere alla richiesta continua di latte che ormai non è più – né può essere in grado – di soddisfare tutti suoi bisogni nutrizionali. Non sembrerà molto ma è sicuramente un buon inizio. Fatemi sapere.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio