L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Latte materno e allergia

Nome: Alessandro
Età del bambino: 5 mesi e mezzo
Sesso: maschio
Comune: Foggia
Area tematica: Allattamento e divezzamento
Domanda: Gentile Dottore, sono molto confusa e ho bisogno di un suo consiglio. Mio figlio ieri ha avuto una reazione allergica a seguito dell'assunzione per la prima volta del latte in polvere diventando rosso in viso e mani. Ho dato il latte perché mio figlio non sta prendendo peso. A 15 giorni dal compimento dei 5 mesi il suo peso era 6.6 Kg e mi diceva la pediatra che a 5 mesi il peso della nascita deve raddoppiare quindi 3.650 alla nascita dovranno diventare 7.2 circa. Ora mio figlio sta prendendo il cortisone e non ho voluto dargli il latte idrosilato e ho voluto continuare con l'allattamento al seno anticipando magari lo svezzamento. Ora ho paura a dargli il latte artificiale dopo la brutta esperienza di ieri. Lei che consiglio mi può dare sono molto spaventata e confusa. Grazie per quanto mi vorrà dire. Anna
dott. federico mordenti pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott. Federico Mordenti

Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Cara mamma Anna, sicuramente è una situazione che le procura molta tensione, proviamo a capire quindi quali elementi abbiamo a disposizione per dipanare i dubbi. Dunque, fino a oggi ha allattato al seno in modo esclusivo, e Alessandra è cresciuta poco ma regolarmente immagino. La regola del raddoppio del peso è valida anche se, più che altro, ciò che conta è il trend di crescita che non dovrebbe ridursi mai troppo drasticamente. Il consiglio è di continuare con l’allattamento al seno a fronte del prossimo inizio dell’alimentazione complementare, questa modalità sarà comunque protettiva nei confronti dell’evoluzione di allergia. Peraltro, con gli incrementi calorici del divezzamento anche il peso dovrebbe recuperare (nel caso di una effettiva flessione) con rapidità. L’indicazione fornitale dal pediatra dell’idrolizzato ovvero un latte a ridotta allergenicità è corretta ma se possibile la rinvierei, per garantire la continuazione dell’allattamento materno il più a lungo possibile, quale modalità più sicura e anche protettiva rispetto alle allergie. Mi raccomando ci tenga aggiornati, buona crescita.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio