L'impegno di Coop Equipe Medica
×

L'esperto risponde

Le frasi da non usare

Nome: Valentino
Età del bambino:
Sesso:
Comune: Collegno
Area tematica: Altro
Domanda: Buonasera, Valentino è il mio terzo figlio, le sorelline più grandi hanno sempre mangiato bene, a pranzo e cena preparato in casa minestrine con poco brodo, varie verdure, carne o pesce e pasta o pane. Il piccolo fino a qualche mese fa mangiava la pasta con gli omogeneizzati, adesso se mangia ogni tanto la pasta (una volta al giorno) siamo felici. Ma capita 2 o 3 volte alla settimana, rifiuta gli omogeneizzati, la carne e le verdure. Gli diamo a collazione 250 g di latte e 2 biscotti, a merenda un vasetto di frutta (omogeneizzati) e 2 biscotti e a cena niente o un pezzo di pane, qualche volta gli diamo il latte perché ci fa pena lasciarlo a digiuno per magari 5 gg alla settimana. Mangia sempre con noi e cerchiamo di fare cose che può mangiare anche lui. Cresce piano, pesa circa 12 kg, ma è molto vivace. Il pediatra ci dice che se sta bene non dobbiamo preoccuparci e che questo periodo passerà. Lei che consiglio ci può dare? Grazie
marina cammisa

Dott.ssa Marina Cammisa

Pediatra

Gentile Mariana, è vero, uno dei parametri più importanti per verificare lo stato di buona salute dei bambini è la loro vivacità. I piccoli, al contrario dei grandi, difficilmente fingono dei malori che non hanno, per cui anche io, da quello che mi dice, credo che non sia necessario preoccuparsi. Riguardo all’alimentazione di Valentino manterrei colazione e merenda di latte, senza l’aggiunta notturna. Probabilmente il bambino sente di essere il più piccolo e approfitta di questa situazione privilegiata. Tenetelo sempre a tavola con voi in modo che le sorelle siano da esempio, fate in modo che nel suo piatto ci siano gli stessi alimenti degli altri e fingete che tutto vada bene. Vi propongo di abolire, anche se è difficile, le frasi del tipo :” come devo fare con lui!” “Mi fa disperare” ” non mangia niente” ” “al contrario delle sorelle lui…” ” siamo a tavola e comincia la tragedia…” ” non so più che fare”…

I bambini memorizzano, comprendono e realizzano che è il metodo migliore per attrarre tutta l’attenzione su di loro e perseverano nei loro comportamenti. Ignorare, essere rilassati, non mostrare contrarietà è l’unico modo possibile per recuperare questi piccoli. Inoltre il gioco all’aperto potrebbe, specie d’estate, essere di aiuto. Ci provi sul serio e mi faccia sapere.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMAZIONE SULLA PRIVACY

campo obbligatorio