L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

L’insistenza è utile?

Nome: Riccardo
Età del bambino: 7 mesi
Sesso: maschio
Comune:
Area tematica: Educazione
Domanda: Salve, Riccardo non è mai stato un mangione ma da quando si sta tentando lo svezzamento mostra non gradire alcun tipo di pappa e soluzione (max 5-6 cucchiaini da caffè e poi pianti e bocca serrata), allo stesso tempo diventa sempre più difficile anche fargli assumere latte (arriva al max a 400-500 ml al giorno), poca la frutta e yogurt. E’ come se mangiare non gli interessasse o avesse di meglio da fare. E’ molto attivo e stimolato da qualsiasi cosa. È raro che chieda cibo, solitamente lo propongo io. La notte non si sveglia per mangiare. È accaduto che stesse digiuno anche per 10-11 ore. Spesso già solo se vede biberon o il piatto con la pappa inizia a piangere e dimenarsi! Attualmente pesa 7600gr per 70.5cm. Cosa posso fare? È colpa mia? Sbaglio qualcosa? Non vorrei crescesse con carenze. Vi ringrazio.
marina-cammisa pediatra - alimentazione bambini by coop

Dott.ssa Marina Cammisa

Pediatra

Gentile Silvia, non si sa bene per quale motivo ma per alcuni bambini l’alimentazione rappresenta un vero e proprio scoglio relazionale, come se nel momento di mangiare scattasse un rifiuto incontrollato. Non sappiamo come nasca questa avversione ma siamo certi che potrebbe essere legata al clima negativo che il piccolo percepisce magari per l’insistenza amorevole, ma mal interpretata, della mamma. Io penso che un tentativo possibile sia quello di farsi sostituire nella somministrazione del cibo da altra persona meno coinvolta di lei in modo da allentare questa paura che la assale al momento di mangiare e che ormai ha preso anche Riccardo.

Sarebbe utile per lei verificare insieme al suo pediatra la curva di accrescimento del bambino in modo da verificarne il peso. Infatti, constatare che c’è una regolare crescita sia in peso che in lunghezza di Riccardo, anche se di piccola entità ma costante, potrebbe tranquillizzarla perché starebbe a significare che il bambino assume una quantità soddisfacente di alimenti per cui non è necessario insistere; al momento, basandomi peraltro solo sulle misure attuali, Riccardo risulta essere molto lungo (al 95° centile secondo l’OMS) con un peso sostanzialmente nella norma (al 47° centile). Mi faccia sapere.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio