L'impegno di Coop Equipe Medica
Crescendo social club by Coop
×

L'esperto risponde

Lo svezzamento va fatto piano piano

Nome: Mia
Età del bambino: 7 mesi
Sesso: femmina
Comune:
Area tematica: Allattamento e divezzamento
Domanda: Salve, ho una bimba che compirà 7 mesi tra pochi giorni. È molto tranquilla, ma per ora avrei un paio di problemi da affrontare: i frequenti risvegli notturni e il quasi totale rifiuto delle pappe. La bimba pesava alla nascita 3.100 kg, ora pesa 7.600 kg. Io ho sempre allattato esclusivamente al seno, è sempre stata con me perché non ho ancora ripreso a lavoro. Non ho mai avuto problemi se non frequenti rigurgiti. Non ha ancora messo neanche un dente, la notte si sveglia in media 1-2 volte per la poppata, ma si riaddormenta subito anche se spesso si agita nel sonno. Ho iniziato a far assaggiare la frutta a 4 mesi, ma le ha rifiutate, e le pappe a 5 mesi, ma ha rifiutato anche quelle. A 6 mesi qualche volta mangiava qualche cucchiaio: va a giorni, a volte mangia, ma di solito si rifiuta.Se provo a darle la pastina si strozza quasi e la ricaccia con conati di vomito. Non le do quasi mai il latte subito dopo il suo rifiuto, ma faccio passare 1 ora scarsa. Inoltre da 2 notti si agita, vuole stare attaccata spesso e non si riaddormenta subito, ma piuttosto piange. Non so come comportarmi, fra 2 mesi dovrò tornare a lavoro e sembra che invece di andare avanti torniamo indietro.
Lo svezzamento va fatto piano piano

Dott.ssa Maria Anna Tomaselli

Dietista

Gentile signora, la sua è una situazione molto frequente. Succede spesso, infatti, che un bambino allattato esclusivamente al seno preferisca avere questo tipo di alimentazione invece di sforzarsi a conoscere altri gusti e altre consistenze. Soprattutto quando la mamma (e quindi il latte al seno) è disponibile 24 ore su 24! È molto probabile che Mia si svegli spesso di notte e sia un po’ agitata perché non si sazia completamente ad ogni poppata. Anche i frequenti rigurgiti mi fanno pensare che introduca molta aria quando si attacca al seno. Anche se il peso della bambina si trova al 50° percentile, e quindi cresce bene, è arrivato comunque il momento di svezzarla. A 4-5 mesi l’OMS sconsiglia di cominciare il divezzamento, per cui gli iniziali rifiuti di Mia sono giustificati dal fatto che non fosse ancora “pronta”. Passare però dal latte alla pastina mi sembra un passo troppo grande. Dovrebbe preparare inizialmente le farine per poi passare a 8 mesi alla pastina finissima e gradatamente a quella più grande. Affinché la bimba apprezzi i nuovi sapori deve avvertire un po’ di fame al momento del pasto e non essere allattata spesso durante la giornata. Visto che tra un po’ torna al lavoro, potrebbe lasciare la bambina per qualche ora ad un parente o al nido in modo che non cerchi il seno e si cominci ad abituare ai suoi futuri orari lavorativi. In bocca al lupo!

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMATIVA SULLA PRIVACY

campo obbligatorio