L'impegno di Coop Equipe Medica
×

L'esperto risponde

Malanni e trasferimenti possono creare inappetenza nei bambini

Nome: Zoe
Età del bambino:
Sesso:
Comune: FIUMICINO
Area tematica:
Domanda: Salve, mia figlia aveva sempre gran appetito e mangiava senza problemi, già a 9 mesi le proponevo alimenti sminuzzati oltre alle pappe. Attualmente abbiamo traslocato in un altro paese e gli ultimi due mesi sono stati un po’ duri per via dei malanni ai quali è andata incontro (malattia esantematica prima, influenza, orticaria, nell'ultima settimana anche virus intestinale con diarrea e vomito che per fortuna sono svaniti entrambi da qualche giorno; aggiungo inoltre che le stanno spuntando due molari a destra, quelli a sinistra sotto e sopra sono già spuntanti). A colazione mangia tranquillamente 200ml di latte in semolino, muesli o con biscotti, in mattinata a merenda mangiucchia qualche pezzettino di frutta, nel pomeriggio a merenda uno yogurt con a volte qualche biscotto, i problemi iniziano a pranzo e a cena quando sembra voler più giocare con il cibo che mangiarlo. Prima del virus intestinale sperimentava, giocava ma mangiava anche. A volte riusciamo a farla mangiare mettendo qualche canzoncina per bimbi, ma diventa sempre più difficile. Da cosa può dipendere questo suo rifiuto del cibo e quali sono i suoi consigli per migliorare? Inoltre in rete ci sono molti menù per bimbi di quest'età ma io non riesco a metterli in pratica perché, ad esempio, di mangiare una porzione di verdura dopo la pasta mia figlia non ne vuole sapere, cosa fare per superare questa problematica? La ringrazio in anticipo.

Malanni e trasferimenti possono creare inappetenza nei bambini

cara signora, la sua Zoe, anche se piccola, si sta adattando semplicemente alla nuova casa, a tutti i malanni che uno dopo l’altro ha dovuto superare, al suo corpo che cresce col disagio della nascita di nuovi dentini. Io credo che tutto questo basti a creare una normale inappetenza alla bambina. La cosa positiva è che la bambina mostri ancora curiosità e piacere a giocare col cibo. Questo è un buon segno. Significa che non c’è un forte rifiuto verso il cibo, ma che Zoe sta vivendo solo una fase di passaggio e di adattamento. Smetta però di distrarla per farla mangiare: è un errore che si paga amaramente, e poi una domanda: non è che la porzione di pasta è eccessiva per cui poi la bimba non ha più fame? Un abbraccio e auguri per tutto.

PS: la verdura può essere inserita tranquillamente nel primo piatto.

Fai una domanda


ANNI

MESI
M F
(non verrà pubblicata)
HO LETTO ED ACCETTO L'INFORMAZIONE SULLA PRIVACY

campo obbligatorio